Crescent, Italia Nostra diffida il comune di Salerno

La nota integrale dell'associazione ambientalista inviata al comune di Salerno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Spett.le Comune di Salerno

SEDE

Al Dirigente del Servizio Trasformazioni del comune di Salerno,

Arch. Davide Pelosio

SEDE

 

La sottoscritta Raffaella Di Leo, nella qualità di presidente regionale di Italia Nostra onlus, in riferimento al progetto Crescent in Salerno, loc. Santa Teresa, comunica quanto segue.

In ordine al Permesso di Costruire n. 7/2011 relativo ai settori 2,3,4 e 5, è ben noto che il Consiglio di Stato in S.G., con Ordinanza n.2811 del 17.07.2012 (Ricorso n.3614/2012 RG) così testualmente disponeva:

“le istanze in esame chiedono che venga consentita la prosecuzione dei lavori per completarne la parte interrata, sia per ragioni attinenti alla sicurezza degli interventi in corso di realizzazione, sia per evitare pregiudizio all’assetto delle opere anche pubbliche già realizzate nei vari comparti, sia per evitare la revoca dei finanziamenti bancari disposti a favore di Crescent srl;

- tali esigenze possono essere favorevolmente apprezzate, ai fini della reiezione dell’istanza cautelare avanzata dall’appellante Italia Nostra, nei limiti di cui alle predette istanze, relativi al completamento delle strutture interrate del fabbricato e dei relativi servizi da realizzare in sottosuolo, quindi sotto il livello della piazza della Libertà, nell’importo complessivo non superiore a 890.000 euro e nei limiti di quanto oggettivamente realizzabile sino al 23 ottobre 2012, con esclusione di opere sopra l’attuale piano di campagna”.

Ciò posto, vista la citata Ordinanza n.2811 del 17.07.2012, la sottoscritta rappresenta che i lavori, se proseguiti dopo il 23.10.2012, sono abusivi, pertanto invita e diffida la S.V. a vigilare in ordine a tali lavori e comunque ad adottare, con urgenza, ogni misura diretta alla sospensione dei lavori di cui al citato Permesso di Costruire in ottemperanza del predetto provvedimento giurisdizionale.

Si resta in attesa di un riscontro, formulando riserva di ampia azione in tutte le sedi.

Con osservanza.

Salerno, 24.10.2012                                

                                                                                    Raffaella Di Leo

Torna su
SalernoToday è in caricamento