Sentenza del Consiglio di Stato, Italia Nostra: "Il Comune continua a violare la legge"

Annuncia una diffida al Soprintendente Miccio e al Comune di Salerno perché sia applicata la legge e perché siano adottati i provvedimenti consequenziali per "un’opera abusiva"

"Il Comune di Salerno continua a violare le norme del Codice dei Beni culturali e del Paesaggio", questa l'osservazione di Italia Nostra Onlus, in merito alla sentenza del Consiglio di Stato riguardante il Crescent. Gli organi comunali  sono in balia di scelte che vanno contro l’interesse pubblico. La commissione locale del paesaggio, senza averne il potere e non si sa per quale ragione, ha continuato a violare la legge rilasciando un’autorizzazione paesaggistica dichiarata nulla. Il Crescent è ancora privo delle previste autorizzazioni paesaggistiche e pertanto è per legge opera abusiva", ribadiscono.

"La sentenza numero 1472 del Consiglio di Stato, contrariamente a quanto si tenta di far credere alla pubblica opinione, non ha affermato che l’edificio non è abusivo. - continuano - Il Consesso romano ha riconosciuto la possibilità del riesercizio del potere in capo alla locale Soprintendenza la quale è assoggettata alla legge, e quindi anche alle disposizioni 146 e 167 del Codice del Paesaggio. Peraltro, la motivazione che dovrebbe fornire ex post l’ente di tutela si sostanzia in un rigoroso giudizio di merito.  È illegittimo, inoltre, accomunare l’istituto della sanatoria edilizia postuma a quello della sanatoria paesaggistica postuma: il Codice Urbani, agli articoli 146 e 167, non consente un tale accostamento. Alle norme dello Stato italiano sono soggetti tutti: i cittadini, il Consiglio di Stato, la Soprintendenza e il Comune"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Annuncia una diffida al Soprintendente Miccio e al Comune di Salerno perché sia applicata la legge e perché siano adottati i provvedimenti consequenziali per un’opera abusiva, dunque, l'associazione che ricorda, infine, come quell'area sia sottoposta a due sequestri penali, "lì dove il cantiere del Crescent è sequestrato dal Tribunale Penale anche per lottizzazione abusiva a seguito di vicende urbanistiche e demaniali non rilevate dai Giudici amministrativi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

  • Mare con schiuma gialla e meduse morte tra Pontecagnano e Battipaglia

  • Coronavirus, nuovi 10 contagi in Campania: il bollettino

  • Sole, mare e relax per il ministro Luigi Di Maio a Palinuro

  • Tutti a mare a Salerno: nessuno rinuncia ai tuffi, traffico in Costiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento