Degenerazione maculare, screening gratuito in quattro ospedali salernitani

L’iniziativa, organizzata dal Dipartimento delle Chirurgie Specialistiche, è rivolta ai pazienti che hanno superato i 40 anni

L’Asl di Salerno promuove uno screening oculare gratuito per la prevenzione delle degenerazione maculare, la più frequente causa di perdita della vista nei Paesi industrializzati. L’appuntamento è per domenica 9 dicembre 2018.

Le sedi

L’iniziativa, organizzata dal Dipartimento delle Chirurgie Specialistiche, è rivolta ai pazienti che abbiano superato i 40 anni, e si terrà quattro presidi ospedalieri della provincia di Salerno: il “Maria Santissima Addolorata” di Eboli - UOC di Oculistica, diretta dal dottore Giovanni Iovieno; l’“Umberto I” di Nocera Inferiore - UOC di Oculistica, diretta dal dottore Raffaele Contursi; il “Luigi Curto” di Polla - UOSD di Oculistica, diretta dal dottore Alfonso Pellegrino e presso il “San Luca” di Vallo della Lucania - UOC di Oculistica, diretta dal dottore Carmine Agresta.

Le informazioni

Le visite, gratuite, con accesso diretto e senza prescrizione, saranno eseguite presso gli ambulatori delle unità operative nella fascia oraria 8.00/14.00. Ai pazienti sarà praticato l’OCT (tomografia ottica a radiazione coerente), che è un esame non invasivo che fornisce delle immagini ad elevata risoluzione di scansioni a strati (tomografiche) della cornea, della parte centrale della retina (macula) e della testa del nervo ottico (papilla).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento