Straniero va in ospedale per un dolore al petto, l'infermiera: "Devi morire"

Il giovane, studente e lavoratore, sabato sera ha avvertito un dolore al petto e così ha allertato il 118 che lo ha condotto presso il Pronto Soccorso dell'ospedale Curteri di Mercato San Severino: ecco cosa ha raccontato

Il giovane

Denuncia choc, nel salernitano, da parte di Souleymane Rachidi, 20enne originario della Costa d'Avorio residente nella Valle dell'Irno. Il giovane, studente e lavoratore, la scorsa notte, ha avvertito un dolore al petto e così ha allertato il 118 che lo ha condotto, alle ore 2.55, presso il Pronto Soccorso dell'ospedale Curteri di Mercato San Severino. "Arrivato al Pronto Soccorso, una donna del personale ospedaliero, immagino un'infermiera, mi ha iniziato a rivolgere insulti, dicendo che sarei dovuto tornare al mio Paese ed augurandomi più volte di morire".

Lo sfogo

Souleymane, sconvolto per l'accaduto, ha ripreso la scena con il suo cellulare: nel video si sente chiaramente la voce in sottofondo della donna che lo offende. "Questa è l’Italia? Dove la vita umana non ha nessun valore, in un ospedale pubblico dove ti dicono devi andare al paese tuo, devi morire perché sei nero? Dopo questo episodio ho deciso di non curami più e sono andato via da questo ospedale. Io sono fiero della mia razza e sono fiero di colore della mia pelle. Andate a dire a Salvini che sono ancora vivo", ha scritto il giovane straniero su Facebook. Soouleymane gioca nella squadra di calcio "Valentino Mazzola" di Coperchia.

Solidarietà da parte del sindaco di Pellezzano, Francesco Morra.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'epilogo

Successivamente, il 20enne, poichè il dolore non passava, ha chiesto aiuto al suo datore di lavoro, il quale lo ha accompagnato al Ruggi di Salerno: dopo la visita e gli accertamenti del caso, è emerso che il malore è connesso ad un problema bronchiale che Souleymane dovrà risolvere tornando presso il nosocomio salernitano che lo ha preso in cura.

L'indignazione

Inquietante, intanto, l'episodio di razzismo denunciato dal giovane e segnalato alla nostra redazione da Simone Procida: indignazione ed amarezza sui social, con la speranza che la direzione proceda con le dovute verifiche e prenda provvedimenti per l'infermiera autrice delle offese e degli insulti al malcapitato paziente.

Le reazioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento