Topi e insetti a Salerno, il sindaco va all'Asl: "Scaduto il bando della derattizzazione"

Il primo cittadino replica alle critiche sui ritardi nelle operazioni di desertificazione degli insetti: "A me spetta sollecitare gli uffici dell'Asl, la responsabilità non è del Comune"

Il sindaco Enzo Napoli

Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli fa chiarezza sui ritardi nelle operazioni di derattizzazione nei quartieri. Negli ultimi giorni, infatti, sul suo profilo Facebook, molti cittadini si sono lamentati per l’aumento sempre più crescente di topi, scarafaggi, blatte e insetti lungo le strade, nei giardini, sul lungomare e finanche nelle case.

La difesa

A margine di una conferenza stampa, il primo cittadino, sollecitato dai giornalisti, è intervenuto sulla questione: “Ho cercato di spiegare ai miei concittadini che si tratta di un’azione di routine che deve fare l’Asl. Io faccio delle lettere di impulso, cioè sollecito ciò che deve essere fatto. Non è che deciso io di fare ora la derattizzazione o la lotta gli insetti che volano o agli animali che strisciano”. Poi rilancia: “Ho anche detto, ultimamente, che siamo a disposizione con i nostri tecnici, per fare sopralluoghi congiunti ed indicare dove ci sono delle potenziali criticità. Questa cosa è stata fraintesa dai miei followers che ritengono che io abbia fatto tardi la derattizzazione. Ma non la faccio io, non la fa il Comune”.

L’incontro

Questa mattina, inoltre il sindaco Napoli si è recato personalmente presso gli uffici Asl di via Nizza per chiedere qual è la situazione: “E’ un fatto irrituale visto che vi sono altre procedure burocratiche. Comunque, ho parlato con un responsabile che mi ha detto quali sono le criticità dell’Asl su questo aspetto; poi ho fissato con un mio collaboratore una serie di appuntamenti, con un atteggiamento assolutamente collaborativo anche se a noi non spetta fare ciò che sto facendo. Ora attendiamo risposte a breve termine. Mi è parso di capire che il loro appalto è scaduto per quanto riguarda la derattizzazione e la desertificazione degli insetti. Se hanno appalto scaduto o vanno in prorogatio o devono trovare un’altra soluzione. Noi – ha concluso Napoli - staremo attenti affinchè le cose vengano fatte con scrupolo e intelligenza e siamo a disposizione di chi vuole davvero collaborare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento