Giovane ancora disperso nel Golfo di Policastro: vertice in Prefettura

In particolare, sono stati illustrati i percorsi già battuti, tracciati con GPS, al fine di orientare in maniera ancora più mirata le ricerche che, in un primo momento, sono state condotte in un’area molto ampi

Incessanti, le ricerche del giovane di origine francese, Simon Gautier, disperso da venerdì scorso, che stanno impegnando Forze di Polizia, Vigili del Fuoco, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e squadre di volontari di protezione civile attivati dalla Prefettura di Salerno sin dalla prima serata del 9 agosto, con il coordinamento operativo in loco prima dei Carabinieri di Sapri e successivamente del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco. Per fare il punto sullo stato delle ricerche è stata convocata stamani una riunione presso il Palazzo del Governo, alla quale hanno partecipato il sindaco di San Giovanni a Piro, il Comandante provinciale dei Carabinieri e il Comandante della Compagnia Carabinieri di Sapri, i rappresentati dei Vigili del Fuoco, Questura, Guardia di Finanza, Polizia di Frontiera, Capitaneria di Porto, Genio Civile-Presidio di Protezione Civile di Salerno, Asl 118 di Salerno, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Il punto della situazione

In apertura sono state attentamente ripercorse tutte le attività condotte finora: via terra, con l’impiego di squadre miste, anche con personale dei Vigili del Fuoco specializzato nella topografia applicata al soccorso (TAS) e del nucleo speleo-alpino-fluviale (SAF), guide esperte dei luoghi e unità cinofile; via mare, attraverso la Capitaneria di Porto, e via aerea con elicotteri e droni, dotati anche di sensori termografici. In particolare, sono stati illustrati i percorsi già battuti, tracciati con GPS, al fine di orientare in maniera ancora più mirata le ricerche che, in  un primo momento, sono state condotte in un’area molto ampia, ricompresa nel territorio di più province, per poi concentrarsi, per quanto riguarda la provincia di Salerno, nella zona tra Policastro, Scario e Punta degli Infreschi, peraltro di difficile accessibilità trattandosi di un’area molto impervia e di estrema pericolosità per i soccorritori.

L'impegno

Le ricerche, coordinate dalla Prefettura, che è in contatto anche con l’autorità consolare francese, continueranno con il massimo impegno da parte di tutte le forze in campo.
 

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Trasporto pubblico, al via la campagna di abbonamenti gratuiti Unico Campania

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sul Trincerone: Salerno si stringe attorno alla famiglia di Francesco, il cordoglio del sindaco

  • Incidente a Giovi: auto finisce in un precipizio, 4 feriti gravi. Scannapieco in pericolo di vita

  • Tragedia in Costiera Amalfitana: uomo si impicca a Vettica

  • Ricoverata d'urgenza a 12 anni: muore nella notte la piccola Francesca, choc a Matierno

  • Incidente mortale ad Agropoli: auto contro un muretto, muore 17enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento