Don Giovannino Iantorno: una memoria intramontabile per il il P.O. di Sapri

Don Giovannino Iantorno: un uomo che ha dato la vita per l'apertura del P.O. di Sapri (Sa)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il Cav. Attilio De Lisa di Sanza (Sa) della Diocesi di Teggiano-Policastro e dell'A.S.L. Salerno come Referente del Governo delle Agende e Organizzatore delle Attività Ambulatoriali del P.O. di Sapri dell'A.S.L. Salerno così si esprime su Don Giovannino Iantorno:

"Bisogna dare grande valore alla memoria di questa Persona in tutti i sensi,in quanto nel 1978 ha sacrificato la sua vita per l'apertura del Nosocomio di Sapri (Sa) e dare un grande senso con il prendere in considerazione e far andare avanti (a livello Sanitario e locale in questo caso) soprattutto quelle persone che stanno al loro posto legalmente e fanno il loro dovere come il Sottoscritto e non chi da fastidio a queste persone che per raccomandazione e non per titoli si nascondono dietro le Direzioni e acquistano responsabilità senza utile e così anche negli altri ambiti Ospedaliero e Distrettuale. Inoltre diamo rispetto alla memoria di Don Giovannino Iantorno,proprio per difendere il P.O. di Sapri (Sa) con le persone giuste e cioè che fanno il loro dovere e non chi cerca di demolirlo dando fastidio a chi si muove legalmente per il Bene dello stesso Nosocomio e dell'Utente. Infine un saluto e vicinanza alla Chiesa Cattolica di Sapri (Sa) e in Genere,all'A.S.L. Salerno Centrale (compreso P.O. e Distretti) e stima alla Politica di Sapri (Sa) ed oltre,sperando che finalmente venga preso in considerazione o di riferimento ciò che si è detto e portato in luce".

Torna su
SalernoToday è in caricamento