Incidente mortale ad Agropoli, appello ai Comuni per le strisce pedonali

L’associazione “DifesAmbiente - Trasparenza e Legalità” torna a richiama l’attenzione sul tema della sicurezza stradale “a tutela dell’utente debole”

Foto di repertorio

Dopo l’investimento mortale avvenuto domenica scorsa in via San Pio X ad Agropoli, in cui ha perso la vita una donna, l’associazione “DifesAmbiente - Trasparenza e Legalità” torna a richiama l’attenzione sul tema della sicurezza stradale “a tutela dell’utente debole”.

I dati

I dati Istat sugli incidenti stradali in Italia  forniscono un quadro allarmante, nel 2017 le vittime della strada in Italia sono state 3.378, di cui 600 i pedoni, dato di poco inferiore ai 735 motociclisti. Sono quasi 60 ogni giorno i pedoni coinvolti in incidenti stradali, di questi quasi 2 hanno conseguenze mortali. “Per questi drammatici eventi – denunciano dall’associazione su Facebook -  i comuni spesso non sono esenti da responsabilità. Gli enti locali, nei centri urbani, hanno l’obbligo di tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini e degli utenti della strada, secondo le norme del Codice della Strada, realizzando e mantenendo in efficienza attraversamenti pedonali regolari, con idonea segnaletica orizzontale e verticale, ed eventuale segnaletica sussidiaria, per gli attraversamenti pedonali più insidiosi”. Ogni anno, nella terza domenica di novembre, ricorre la Giornata Nazionale in Memoria delle Vittime della Strada. L'associazione DifesAmbiente - Trasparenza e Legalità, in occasione dell’ultima giornata a ricordo delle vittime della strada, aveva avviato un’azione di sensibilizzazione, invitando numerosi comuni del Cilento a regolarizzare gli attraversamenti pedonali. Nessun comune ha dato riscontro alle aspettative dell’Associazione, evidentemente la sicurezza dei cittadini e dei pedoni non è ritenuta una priorità.

L'appello

L’Associazione, alla luce dei fatti accaduti ad Agropoli, attraverso il suo vicepresidente Aniello Abignano, già agente negli enti locali e buon conoscitore del codice della strada, ma anche  per la lunga esperienza maturata negli uffici comunali di grandi città, avvierà da subito” un’azione più incisiva sulla sicurezza stradale dei pedoni. Gli enti locali saranno puntualmente invitati a regolarizzare gli attraversamenti pedonali non conformi, qualora non provvedano sarà richiesto alle autorità preposte di accertare le violazioni e perseguire eventuali responsabili, trattandosi di materia sottoposta a disciplina obbligatoria e non derogabile” concludono i promotori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento