Doppio trapianto di cornee a Eboli, usata la tecnica che riduce il rischio di rigetto

La tecnica è particolarmente indicata in patologie come la Distrofia di Fuchs o la Cheratopatia Bollosa, in quanto permette di ridurre notevolmente il rischio di rigetto

E' stato eseguito un doppio trapianto di cornee al Pronto Soccorso di Eboli, usando la tecnica che riduce il rischio di rigetto. Presso la UOC di Oculistica del Presidio ospedaliero, infatti, due interventi di trapianto di cornea (cheratoplastica lamellare endoteliale) sono stati curati dal dottor Giovanni Iovieno, direttore della unità operativa complessa di Oculistica, e dalla sua equipe.

In circa 20 minuti, in anestesia locale, è stata usata la tecnica DSAEK (Descemet Stripping Automated Endothelial Keratoplasty), particolarmente indicata in patologie come la Distrofia di Fuchs o la Cheratopatia Bollosa, in quanto permette di ridurre notevolmente il rischio di rigetto, presente nei trapianti di cornea a tutto spessore, per la minore carica antigenica derivante dal trapianto con lembo pretagliato. Un risultato incoraggiante.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento