Eboli, rimosse le ecoballe da Coda di Volpe. De Luca: "Ora il mare pulito"

Il governatore ha presenziato all'ultimo carico di rifiuti: "E' stato commesso un delitto in questi territori, ora ripartiamo". Il sindaco Cariello: "Collaborazione con la Regione, adesso un nuovo depuratore"

Cariello e De Luca

E’ stata completata la rimozione delle ecoballe dal sito Coda di Volpe ad Eboli. Ieri l’ultimo carico avvenuto alla presenza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e del sindaco Massimo Cariello, il quale da tempo chiedeva un immediato intervento per la bonifica dell’intera area ubicata nei pressi del fiume Sele. “Avverto la percezione di un delitto commesso in questi splenditi territori – ha dichiarato il governatore – Ci voleva davvero una fantasia distorta per collocare 32mila ecoballe a pochi metri dal mare”. Le ecoballe sono state smaltite in tre modi: un terzo è stao portato fuori regione, un terzo negli stir e un terzo nei tritovagliatori. “E’ un’operazione gigantesca – ha esordito De Luca – ora c’è anche il nuovo codice degli appalti che i soliti babbei non hanno nemmeno letto e sono già pronti a criticare”.  Ora per l’ex sindaco di Salerno l’obiettivo è avere il mare pulito ad Eboli: “Vogliamo rendere balneabile tutto il litorale campano. Per questo abbiamo ceduto l’area al Comune di Eboli affinchè riavvii subito il depuratori per le fogne e per avere un mare più limpido”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatto il primo cittadino: “Gli impegni che De Luca ha assunto per Eboli, in termini di attenzione ed investimenti sono il frutto sia della nostra perseveranza, sia della stessa disponibilità del presidente. A De Luca va il ringraziamento dell’intera città e mio personale, perché la disponibilità e l’attenzione del Governatore nei confronti del territorio ebolitano non erano scontate”. Non solo impegni futuri, ma anche atti concreti, come ricorda lo stesso sindaco di Eboli: “C’è già il decreto per il finanziamento del nuovo depuratore e questo indica la volontà concreta e l’attenzione per Eboli”. Poi Cariello indica il percorso di investimenti sul territorio, frutto della collaborazione tra il Comune e la Regione Campania. “Ci sono in programma importanti interventi, a cominciare dalla rete fognaria e da una serie di interventi di riqualificazione. Un programma vasto e che coinvolgerà l’intero territorio ebolitano, specie nelle zone periferiche e questo ci consentirà di realizzare anche i tanti progetti che finalmente vedono Eboli al centro dell’attenzione. Penso alla riqualificazione di San Nicola Varco ed ancora di più a dare supporto al Distretto di Filiera che vede coinvolti diversi Comuni del territorio e che punta a rilanciare tutta la Piana del Sele, con Eboli in posizione centrale, in termini di produzioni di eccellenza, capaci di attirare investimenti e di calamitare l’attenzione dei mercati ancora di più”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento