Elezioni a Pagani, lite sul voto tra i candidati: Vuolo incontra il Prefetto

La neo parlamentare europea eletta con la Lega ha voluto discutere con il capo della Prefettura del dato uscito dalle urne domenica scorsa. Con lei anche il candidato sindaco del centrodestra unito Alberico Gambino

Questa mattina la candidata eletta al parlamento europeo Lucia Vuolo è stata ricevuta dal Prefetto di Salerno Francesco Russo. L’esponente della Lega è stata accompagnata da Giuseppe Grassi e da Alberico Gambino, attuale consigliere regionale della Campania e candidato sindaco per la città di Pagani. Al centro della discussione le schede annullate durante lo scrutinio delle elezioni.

Il commento di Vuolo:

“E’ stato un incontro cordiale e proficuo. Sua Eccellenza ha dimostrato, ancora una volta, la profonda sensibilità e disponibilità verso il territorio  e, per il prossimo ballottaggio di Pagani, sono stati già presi provvedimenti per il complessivo e maggiore rispetto delle normative previste per tutto il periodo elettorale”.

I dati

Al primo turno, Gambino ha ricevuto 10.241 preferenze (49,04%) mentre Salvatore Bottone 5’373 (25,73%). Non essendoci stato il superamento dl 50% + 1 voto, sarà ballottaggio tra il candidato sindaco Gambino e il sindaco uscente Bottone il prossimo 9 giugno 2019. Infine, su 29.368 aventi diritto hanno votato 21.589 (73,51%). Complessivamente sono state dichiarate nulle 538 schede mentre 166 sono le bianche. Nessuna scheda contestata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento