Episodio discriminante al Posto Cool Place, la società: "Tutto falso"

In merito alla denuncia della giovane Barbara Scannapieco che ha raccontato di essere stata esclusa dalla discoteca in litoranea, la società Dolcevita Management Srl smentisce tutto

Non si lascia attendere, la replica del Dolcevita Management Srl che gestisce, tra i vari locali, anche il Posto Cool Place, in merito ai fatti denunciati dalla 25enne Barbara Scannapieco: quest'ultima, infatti, ha raccontato di non aver avuto accesso alla discoteca sita a pochi passi dal multisala The Space, per via dei suoi chili di troppo.

"I fatti non sono corrispondenti al vero - assicura l'amministratore della Srl - Ci riserviamo di intraprendere azioni legali per l'immagine gravemente lesa: a conferma della natura non discriminante dell'episodio alleghiamo una foto quale esempio della 25enne in questione, protagonista della serata di sabato 25 gennaio 2014, come in tante altre serate, presso il Posto Cool Place ed in tutti gli altri club facenti capo al gruppo". Ed in effetti, alla nota inviata dalla società, tale foto mostra la presenza della Scannapieco presso il locale. Circa quanto accaduto lo scorso sabato, dunque, come si evince dalla replica, non sono stati i problemi di obesità a tener fuori la 25enne. Sulla specifica ragione, per la quale la ragazza non ha avuto accesso quella sera ad il Posto, come da lei stesso raccontato, tuttavia, non si ha ancora totale chiarezza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento