Stalking e aggressioni alla sua ex compagna, condannato a 2 anni e 4 mesi

L'uomo rispondeva di stalking, perchè attraverso condotte violente e moleste, ingenerò uno stato di paura costante alla sua ex compagna

Non accettava la rottura della loro relazione, dalla quale era nato anche un figlio, finendo con il perseguitarla, sia al telefono, che fisicamente, seguendola per strada e minacciandola di morte. E' stato condannato a 2 anni e 4 mesi, dal tribunale di Nocera Inferiore, un ragazzo di 30 anni, di Fisciano. 

L'indagine

L'uomo rispondeva di stalking, perchè attraverso condotte violente e moleste, ingenerò uno stato di paura costante alla sua ex compagna. La ragazza, secondo due denunce, sarebbe stata seguita più volte sul luogo di lavoro e presso la propria abitazione. A questi atteggiamenti sarebbero seguiti poi messaggi e telefonate dal contenuto minatorio. In un caso, la ragazza fu minacciata con un coltello. L'episodio più grave si consumò invece ad ottobre scorso, quando il 30enne notò l'auto della ex, nella quale c'era anche il nuovo compagno. A quel punto decise di seguirli, fino a tagliare ad entrambi la strada e a costringere quella stessa auto a fermarsi. Poi scese dal suo veicolo, imbracciando un bastone e colpendo il veicolo condotto dall'uomo con violenza, danneggiando uno degli specchietti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceraso e Montano Antilia: stop a eventi e chiusura dei negozi

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • "Non comunicano i loro rientri dal Nord": la denuncia dei salernitani e l'appello di un cittadino "autoisolato"

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Coronavirus, De Luca ha deciso: "Scuole chiuse in Campania"

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

Torna su
SalernoToday è in caricamento