Fonderie Pisano: ricorso accolto, dissequestrato l'impianto

Le Fonderie Pisano possono riprendere la produzione. E' stato accolto, infatti, il ricorso dell'avvocato Scarlato

Dopo la bocciatura di inizio novembre per il “piano industriale” redatto dalla proprietà delle Fonderie Pisano, quando  il giudice Berni Canani decise di mantenere bloccata l’attività produttiva dello stabilimento di via Dei Greci, ecco che c'è una svolta per il caso.

Il tribunale del riesame, infatti, ha stabilito il dissequestro totale dell'impianto: le Fonderie Pisano possono riprendere la produzione. E' stato accolto, dunque, il ricorso dell’avvocato Scarlato. Da indiscrezioni, pare che sia stata riconosciuta piena legittimità al rapporto dell’Aia (autorizzazione integrata ambientale) del 2012 in base al quale le emissioni delle fonderie non sarebbero inquinanti. Si attendono le motivazioni nei dettagli.

Leggi>>>Il commento di Giordano (M5S)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

  • Coronavirus, capaccese torna da Piacenza e non si sente bene: esito negativo al test

Torna su
SalernoToday è in caricamento