Ecco le nuove "Fonderie Pisano", pronto il progetto da 43 milioni di euro

I dettagli saranno illustrati dai proprietari dello stabilimento di via Dei Greci nel corso di una conferenza stampa presso la sede di Confindustria Salerno. Resta l'incognità della delocalizzazione

E’ pronto il nuovo progetto che i proprietari delle Fonderie Pisano presenteranno presto alla città. E lo faranno lunedì mattina presso la sede di Confindustria Salerno. Ancora non si conosce il luogo dove sarà realizzato. Ma il nuovo impianto ultramoderno e tecnologico è stato già messo nero su bianco dai proprietari dello stabilimento di via Dei Greci.

I dettagli

L’investimento complessivo – riporta Il Mattino - ammonta a oltre 43 milioni di euro, dei quali più della metà a carico dell’azienda, e si articola in una serie di macro voci del piano d’investimenti a partire dai circa 3 milioni di euro per l’acquisto del terreno dove sarà costruito il nuovo stabilimento. Il piano prevede 7,3 milioni di euro per l’infrastrutturazione del sito, ossia per la realizzazione dei capannoni, di una palazzina per gli operai e di un’altra destinata agli uffici. Quanto ai costi delle attrezzature, ben 9 milioni di euro sono previsti per i forni (incluso lo spostamento del forno attuale) e il cubilotto, 14 milioni per impianti Hot Water Supply, nuovo impianto terra, nuova sabbiatrice, nuovo manipolatore e nuovo tamburo, un milione per reparto/resina e 4,5 milioni di euro per reti di servizi e altra impiantistica. Inoltre, sono previsti 2 milioni e mezzo di euro per oneri di delocalizzazione e altri 2 per quelli tecnici. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella scheda tecnica del progetto si afferma che una “particolare attenzione è stata posta nella valutazione dell’impatto ambientale del processo produttivo: la proprietà ha deciso di rivolgersi a uno dei principali top player del settore impiantistico dedicato alle fonderie, richiedendo lo studio relativo alla dinamica delle emissioni al netto del contenimento dei fumi e delle polveri derivanti dalla lavorazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Mondragone tra risse e feriti: alcuni bulgari in fuga verso il salernitano

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Siano grida al miracolo, la Madonna "appare" in chiesa: parla il sindaco

  • Paziente infetta dimessa dall'ospedale: blitz dei carabinieri a Polla

  • Svuotava le slot machine con il trucco del "pesciolino": arrestato 19enne salernitano

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

Torna su
SalernoToday è in caricamento