Fonderie Pisano, l'ira dei comitati: "Contraddizioni nella sentenza, De Luca e Napoli vengano a vivere a Fratte"

Il portavoce Lorenzo Forte: "Nel 2007 c’è stata una sentenza passata in giudicato che aveva stabilito che l'azienda non aveva le autorizzazioni ambientali ma il Riesame non ne tiene conto, sostenendo invece che c’erano già dal 1998"

Forte (Foto Guglielmo Gambardella)

Dopo la sentenza del Tribunale del Riesame che ha riaperto le Fonderie Pisano, i residenti e il comitato Salute e Vita tornano alla carica per denunciare alcune anomalie e prendere di mira chi, come le istituzioni locali, nel corso degli anni non hanno lavorato per favorire la delocalizzazione dell’impianto di Fratte. Questa mattina il portavoce del comitato Lorenzo Forte ha tenuto una conferenza stampa segnalando ai giornalisti alcuni punti : “Nel 2007 – spiega - c’è stata una sentenza passata in giudicato che aveva stabilito che le Fonderie Pisano non avevano le autorizzazioni ambientali ma il Riesame non ne tiene conto, sostenendo invece che c’erano già dal 1998. E poi si confonde un verbale dei vigili del fuoco con il certificato di prevenzione degli incendi che l’azienda dovrebbe avere e invece non ha”. Forte ha poi annunciato che entro il 27 dicembre Asl, Arpac e Comune devono scrivere un parere da fornire alla Regione Campania per il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (Aia).

Ma sotto il fuoco di fila del comitato "Salute e Vita"  finiscono anche i politici, ai quali lancia una provocazione: “Il governatore De Luca, il suo vice Bonavitacola  e il sindaco Napoli vengano a vivere sette giorni vicino alle Fonderie così si renderanno conto dell’aria che si respira. Gli mettiamo a disposizione un appartamento a via della Partecipazione, dove in pochi anni ci sono stati decine di decessi”. Al termine della conferenza stampa Forte ha confermato che, nei prossimi giorni, consegnerà una memoria al procuratore di Salerno, Corrado Lembo per evidenziare le contraddizioni del provvedimento firmato il 12 dicembre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

Torna su
SalernoToday è in caricamento