Frana, quasi ultimati i lavori per la messa in sicurezza di Roccagloriosa

Gli interventi ricadenti nel comune di Roccagloriosa rientrano fra i progetti rimasti in capo alla Provincia per i quali, cioè, erano state già espletate le procedure di gara

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

A Roccagloriosa, sulla SP 430, quasi ultimati i lavori urgenti di messa in sicurezza e ripristino a seguito di movimenti franosi . Sono in fase di ultimazione i “Lavori Urgenti di Messa in Sicurezza, Ripristino e Consolidamento a Seguito di Dissesti e Movimenti Franosi sulla SP 430 compresa tra la Km.ca165+550 e la Km.ca 165+750 nel comune di Roccagloriosa - Interventi urgenti di protezione civile". Si tratta di opere gestite dalla Provincia di Salerno sulla ex strada provinciale SP 430 denominata "Variante alla SS18 Cilentana", su cui l’Ente aveva avviato, prima che le competenze passassero per Decreto Ministeriale alla società Anas Spa, varie progettazioni per la messa in sicurezza della carreggiata stradale cofinanziate dall'Unione Europea nell'ambito dei POR Campania FESR 2014-2020 Obiettivo Specifico 5.1 - Azione 5.1.1.

Gli interventi ricadenti nel comune di Roccagloriosa rientrano fra i progetti rimasti in capo alla Provincia per i quali, cioè, erano state già espletate le procedure di gara, mentre le altre progettazioni sono state donate alla subentrante società Anas spa.
“I lavori - dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese - si identificano nella messa in sicurezza di una porzione del tracciato stradale, intervenendo in modo prioritario sulla stabilità globale della carreggiata mediante la realizzazione di un sistema di captazione delle acque presenti nelle discontinuità del versante collinare che sovrasta la ex SP 430, mediante la realizzazione di una serie di dreni tubolari sub orizzontali della lunghezza di 50m con interasse di 2m disposti a valle della carreggiata ad una quota di circa 5-6 metri dal piano carrabile.

In particolare, la batteria di dreni tubolari sub orizzontali sarà costituita da complessive 80 tubazioni di cui già realizzate circa 30/80. Insieme al sistema di canalizzazione e raccolta della acque di drenaggio si provvederà al ripristino del manto stradale in corrispondenza dell’area interessata dal fenomeno franoso nella prima decade del mese di ottobre.  Abbiamo consegnato il cantiere nel mese di luglio e, alla luce della complessità esecutiva legata alla lunghezza delle perforazioni e al materiale rinvenuto, l’intervento sta procedendo con un andamento regolare. Si prevede a breve la conclusione dei lavori coordinati dal Settore Viabilità e Trasporti, diretto da Domenico Ranesi, con il supporto del Consigliere provinciale delegato alla Viabilità, Antonio Rescigno. Voglio ringraziare infine la Regione Campania, in particolare il suo Presidente, On. Vincenzo De Luca, per il sostegno che dedica ai nostri territori. Da quando le Province hanno subito la mortificazione istituzionale della riforma Delrio, non godono di autonomia finanziaria adeguata alla gestione e manutenzione delle strade provinciali. I finanziamenti regionali ci permettono di attivarci per tutelare la sicurezza dei nostri cittadini e delle nostre comunità, di garantire il diritto alla mobilità in una delle province più estese d’Italia.”
Salerno, 5 settembre 2019
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento