Furti e danni al cimitero di Pontecagnano: l'ira del sindaco e dell'assessore

Il sindaco: "Continueremo a lavorare sulla necessità di installare un sistema di videosorveglianza adeguato, che si serva di strumenti innovativi che consentano anche ai cittadini di segnalare anomalie e sospetti”

Foto archivio

Tre episodi di furti di arredi in prossimità di tombe (circa settanta solo nell’ultimo raid) e cappelle, a Pontecagnano Faiano. Migliaia di euro di danni provocati all’interno come all’esterno del cimitero, dove non sono stati isolati i casi in cui sono stati divelti i vetri delle auto parcheggiate e sottratti al loro interno beni di varia natura e valore. Indignati e preoccupati, dunque, l'assessore al ramo e il Primo Cittadino.

Parla l'assessore ai Servizi Cimiteriali, Paola Manzo

“Siamo di fronte alla massima espressione dell’inciviltà e della cattiveria. Trasgredire la legge è già di per sé un atto ignobile ed indecoroso, ma farlo in un luogo sacro, che contiene la nostra memoria ed i nostri ricordi, è quanto di più grave si possa fare. Auspichiamo nel buon senso dei responsabili di questi furti, affinchè mettano un punto a questa serie di nefandezze, ed invitiamo la collettività a fare la propria parte collaborando con le Forze dell’Ordine qualora siano in possesso di notizie utili all’individuazione di coloro che hanno commesso i reati. Dal canto nostro, continueremo a lavorare in direzione dell’attivazione di un sistema di videosorveglianza che non lasci scampo ai furbetti che vogliono trasgredire la legge e colpire le nostre sensibilità”

Le dichiarazioni del sindaco Giuseppe Lanzara


“Non trovo le parole per definire coloro che compiono questo tipo di azioni ai danni dei defunti e delle loro famiglie. Il rispetto per le tombe di chi abbiamo perduto, nonché dello spazio che le ospita, dovrebbe essere considerato un valore imprescindibile, inequivocabile. Invece, nelle ultime settimane, abbiamo assistito ad atti che hanno mortificato non solo questo principio, ma anche il lavoro che amministratori, dirigenti e dipendenti, stanno facendo per recuperare questa ed altre strutture di proprietà del Comune. Non è mia intenzione speculare su questi fatti, ma la sensazione è che con questi episodi, fra cui mi sento di menzionare anche l’incendio ai locali dell’ex tabacchificio Centola, si voglia colpire l’azione forte di questa Amministrazione. Lo anticipo in maniera chiara: chi pensa che questo sia possibile, sbaglia di grosso. Noi andremo avanti senza paura, convinti e fieri di quello che stiamo producendo per la città. Approfitto anche per rivolgere un sentito ringraziamento alla Forze dell’Ordine in generale ed al Comando di Polizia Municipale in particolare, che si stanno attivando senza sosta per ripristinare lo stato dei luoghi ed individuare i responsabili. Dal canto nostro, continueremo a lavorare sulla necessità di  installare un sistema di videosorveglianza adeguato, che si serva di strumenti innovativi che consentano anche ai cittadini di segnalare anomalie e sospetti”
 

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

  • Traffico di droga tra Piana del Sele e Calabria:15 arresti, sequestrati 12mila euro e due pistole

  • "Nero di m...." rissa su Corso Garibaldi a Salerno: arrivano i carabinieri

  • Curiosità a Salerno, tifosi della Salernitana pescano un grosso calamaro

Torna su
SalernoToday è in caricamento