Eboli, furto in un cantiere edile: due arresti

Rubano ferro in un cantiere nella zona industriale e fuggono evitando un posto di blocco: due uomini del posto sono stati tratti in arresto dai carabinieri della locale compagnia

Due uomini sono stati arrestati nelle prime ore del mattino ad Eboli dopo aver rubato casseformi e corde di ferro dal cantiere edile di un'azienda della città della piana del Sele. I carabinieri della compagnia ebolitana, agli ordini del capitano Alessandro Cisternino e del tenente Francesco Manna, si sono recati sul posto, nella zona industriale della città, dopo essere stati allertati per un furto. La catena d'ingresso del cantiere era stata infatti forzata e i ladri erano riusciti ad entrare per rubare quanto presente all'interno.

I militari hanno subito intercettato un autocarro Iveco intimandogli l'alt ma il conducente, invece di fermarsi, è fuggito: i carabinieri si sono quindi messi all'inseguimento del camion, con due persone a bordo. La fuga è terminata dopo pochi chilometri (dopo che i due avevano tentato di "speronare" l'auto dei militari) e i carabinieri hanno tratto in arresto A. I. 43 anni e L. I. 23 anni, entrambi di Eboli, per concorso in furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. I due sono stati quindi posti agli arresti domiciliari e sono poi comparsi davanti al tribunale di Salerno, che ha convalidato l'arresto. La refurtiva, del valore di 4mila Euro, è stata restituita all'avente diritto mentre il furgone è stato sequestrato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

Torna su
SalernoToday è in caricamento