Svuotava le slot machine con il trucco del "pesciolino": arrestato 19enne salernitano

Il giovane, insieme ad un complice della provincia di Potenza, è stato ammanettato dai carabinieri nel comune di Soverato (Catanzaro) in Calabria

Un 19enne della provincia di Salerno e un 49enne potentino sono stati arrestati dai carabinieri di Soverato (Catanzaro), in Calabria, con l’accusa di truffa aggravata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il caso 

I due sono stati sorpresi in un bar mentre cercavano di svuotare una slot machine con il trucco del “pesciolino”, l'arnese metallico che consente di giocare e vincere senza dover inserire monete. Nel corso di una perquisizione, i militari dell’Arma hanno trovato, e poi sequestrato, il “pesciolino” e 700 euro circa in monete e banconote di vario taglio, precedentemente rubate e quindi restituite al proprietario del bar. Il Tribunale di Catanzaro ha convalidato i due arresti, disponendo l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

Torna su
SalernoToday è in caricamento