martedì, 16 settembre 28℃

Scommesse illegali, nell'agro sequestri e denunce

Sette persone denunciate dai carabinieri, un centro scommesse sequestrato e provvedimenti per altri tre esercizi pubblici: questo il bilancio di una maxi operazione contro le scommesse illegali condotta nell'agro nocerino sarnese

Redazione 16 giugno 2012

Numerosi centri scommesse controllati (quattro finiti sotto l'occhio degli inquirenti, uno dei quali sequestrato), sigilli alle attrezzature per le scommesse, sette persone denunciate: questo il bilancio di una maxi operazione contro le scommesse illegali messa in atto dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, agli ordini del tenente colonnello Gianfilippo Simoniello. I controlli sono stati effettuati nel territorio dell'agro nocerino sarnese e hanno portato, in alcuni casi, a provvedimenti da parte degli inquirenti.

Le denunce e i sequestri sono scattati con le seguenti ipotesi di reato, come riferito dai carabinieri: abusivo esercizio di attività finanziaria, violazione della normativa antiriciclaggio, svolgimento di attività organizzata priva di licenza sensi TULPS al fine di raccogliere, anche per via telematica, scommesse su eventi sportivi, riservate allo Stato od altro concessionario, gioco d’azzardo, in concorso, esercizio di sala giochi in assenza di autorizzazione, in relazione ad apparecchi da intrattenimento ex art. 86 TULPS, mancata esposizione tabella giochi proibiti, utilizzo di apparecchi da intrattenimento non conformi alla regolamentazione sotto vigilanza AAMS.

NOCERA INFERIORE - Un centro scommesse è finito sotto sequestro unitamente alle attrezzature presenti al suo interno per la raccolta delle scommesse. Oltre a quanto evidenziato, i carabinieri hanno scoperto la conduzione di esercizio di sala giochi con apparecchi da intrattenimento in assenza di autorizzazione, oltre che modalità tali da "sostanziare il gioco d'azzardo". Due apparecchi da intrattenimento sono stati posti sotto sequestro.

NOCERA SUPERIORE - In questo caso, sempre per le ipotesi di reato illustrate in precedenza, è scattato il sequestro delle attrezzature presenti all'interno di un altro esercizio aperto al pubblico.

Annuncio promozionale

PAGANI - Provvedimenti per due esercizi pubblici. Nel primo era installato un apparecchio elettronico da gioco di tipo vietato e non corrispondente alle prescrizioni dettate dalla normativa del TULPS, "consentendone pagamento utilizzo parte terzi" e quindi sottoposto a sequestro. Nel secondo esercizio pubblico i carabinieri hanno scoperto e sequestrato due apparecchi da intrattenimento in quanto non provvisti di autorizzazione prevista dal TULPS.

Gianfilippo Simoniello
Nocera Inferiore
denunce
gioco d'azzardo
sequestri

Commenti