“I morticelli” in&out 18 e 19 maggio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

“I Morticelli” In&Out 18 e 19 Maggio! Il occasione delle giornate di Salerno Porte Aperte 2019 , Sabato 18, dalle ore 21.00, il collettivo Blam, in collaborazione con Marea, trasforma per la prima volta un pezzetto di Largo Plebiscito in cinema di quartiere all’aperto. Sull’ex chiesa di San Sebastiano del Monte dei Morti, nel cuore di Salerno, verrà proiettato un film scelto dalla comunità social questa settimana. Sarà possibile sedersi sotto le stelle e insieme vivere una piazza del centro storico dimenticata da tempo. In caso di pioggia, la proiezione avverrà internamente. Domenica 19, all’interno dell’ex chiesa, andrà in scena la prima di “Crianza”, una performance costruita ad hoc per i Morticelli da un esperimento di co-progettazione. Una squadra di artisti salernitani, guidata da Flavia D’Aiello, contastorie e burattinaia, regista e narratrice dello spettacolo, si è trovata a collaborare per la prima volta in seguito alla risposta ad un’Arts Call lanciata dal collettivo Blam sul web. “Crianza” è uno spettacolo in costruzione che domenica sarà possibile vedere in due appuntamenti la mattina, alle ore 11.00 e alle ore 12.00, e in due la sera, alle ore 19.00 e alle ore 20.00. Uno spettacolo nato da un esperimento di creazione collettiva tra un gruppo di persone diverse: un contrabbasso, una danzatrice, un'illustratrice, un video-maker, una creativa, una perfomer e un gruppo di architetti mossi dallo stesso intento di condivisione, inventano la costruzione di uno spettacolo .“A Morte nun tene crianza, recita un antico proverbio, accomuna tutti in tutti gli spazi. Ecco allora che raccontiamo antiche storie per superare la paura della morte, e le nuove paure che ci vengono da questa epoca” ci racconta la regista e narratrice Flavia D’Aiello . Il sentimento della narrazione popolare si apre alle arti più contemporanee, per tenere viva la memoria e la futura storia della Chiesa del Monte dei Morti. Questi progetti rientrano in SSMOLL, il laboratorio urbano creativo che Blam, con il DiARC - dipartimento di architettura di Napoli - e il Comune di Salerno stanno portando avanti in un processo di rigenerazione urbana collaborativa che parte dal riuso dell’ex chiesa dei “Morticelli”. BLAMTEAM

Torna su
SalernoToday è in caricamento