Il Ministro Giulia Grillo ha incontrato la Federazione Regionale degli Ordini dei Medici della Campania

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Salerno ha sottolineato l’esigenza di rafforzare le dotazioni organiche dei pronto soccorso, visto che la carenza di personale è spesso ragione di attese che generano tensioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

«Con il Ministro Giulia Grillo abbiamo affrontato in maniera serena e proficua il tema della sicurezza di quanti lavorano per garantire assistenza ai cittadini, un incontro scevro da qualsiasi demagogia grazie al quale l’intera classe medica ha sentito la presenza dello stato dopo i fatti accaduti all’ospedale Pellegrini»  Giovanni Pietro Ianniello, presidente dell’Ordine dei Medici di Benevento, commenta così l’incontro avvenuto oggi ad Avellino con la delegazione di governo e in particolare con la titolare del dicastero della Salute.

È stata proprio la ministra Grilload attivarsi affinché all’incontro fosse presente anche il sottosegretario agli Interni Carlo Sibilia.  «Un segnale importante, perché quello che sta accadendo a Napoli è un problema di sicurezza», hanno sottolineato i presidenti Giovanni D’Angelo (OMCeO di Salerno)  coordinatore della Federazione degli Ordini dei Medici Campani, Maria Erminia Bottiglieri (OMCeO di Caserta),  Francesco Sellitto (OMCeO di Avellino), Silvestro Scotti(OMCeO di Napoli) e Giovanni Pietro Ianniello (OMCeO di Benevento).

Durante  l’incontro I Presidenti hanno posto  all’attenzione del ministro Grilloalcune richieste:

- cominciare a considerare l’ideazione di leggi ad hoc mirate alla protezione del territorio e di “obiettivi sensibili” come i presidi ospedalieri. 

- accelerare sul provvedimento che determini l’aggravante di pena e la procedibilità di ufficio 

  in ordine ad aggressioni nei confronti dei medici e di tutti gli operatori impegnati nel  

  prestare assistenza. 

- assicurare maggiore presenza e maggiore visibilità delle forze dell’ordine nelle aree che 

accolgono presidi ospedalieri o sanitari a rischio.

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Salerno ha sottolineato l’esigenza di rafforzare le dotazioni organiche dei pronto soccorso, visto che la carenza di personale è spesso ragione di attese che generano tensioni, aumentando la possibilità che si verifichino atti di violenza.  “I punti da noi espressi - continua Ianniello-  hanno trovato il favore del Ministro Grillo, che ha assicurato il suo  sostegno agli Ordini Campani, suggerendo la possibilità che siano proprio gli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri (quali organi sussidiari dello Stato) a segnalare ai Ministeri   i presidi ed i luoghi di assistenza sui quali occorrerà concentrare l’attenzione in fatto di sicurezza.”

Torna su
SalernoToday è in caricamento