Striscioni di protesta contro l'inaugurazione della sede della Lega

E' accaduto a Nocera Inferiore. L'inaugurazione, che fa il paio con quella avvenuta a Pagani, pochi giorni fa, testimonia fermento politico. Gli striscioni “Odio la Lega” sono stati esposti da militanti anti fascisti. Il commento di Falcone su fb: “Qualche imbecille dei centri sociali”

Uno degli striscioni esposti durante la protesta

Striscioni di protesta contro l'inaugurazione della sede della Lega. E' accaduto a Nocera Inferiore, poche ore prima del simbolico taglio del nastro. L'inaugurazione, che fa il paio con quella avvenuta a Pagani, pochi giorni fa, testimonia fermento politico nell'Agro. Gli striscioni “Odio la Lega” sono stati esposti da alcuni militanti anti fascisti.

Botta e risposta fb

L'inaugurazione si è svolta in ogni caso senza problemi di ordine pubblico, alla presenza del deputato e coordinatore regionale Gianluca Cantalamessa, il segretario provinciale Mariano Falcone, il coordinatore di Nocera Giuseppe Grassi, vari esponenti dell'Agro Nocerino Sarnese. Nella notte, striscioni manifesti e poi botta e risposta su facebook. Attraverso i social network, i militanti iscritti all'associazione Antifascisti Agro nocerino sarnese hanno espresso parole di sdegno e malcontento. Messaggi accompagnati anche da uno slogan: Nocera non si Lega. Immediato il commento di Falcone. Replica stizzita: “Ieri a Nocera, inaugurazione della sede della Lega. Durante la notte, qualche imbecille dei centri sociali ha attaccato ha attaccato manifesti all'ingresso della sede. Morirete pazzi, figli di papà che giocate a fare la guerra”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento