Incidente sulla Basentana, tre morti: c'è anche l'ebolitano Vincenzo Marano

Due automobili, per cause ancora in corso di accertamento, si sono improvvisamente scontrate nei pressi di Salandra, in provincia di Matera. Sul posto sono intervenuti il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri

Marano (foto Fb)

Tragedia in serata sulla strada statale Basentana dove si è verificato un brutto incidente stradale: tre persone sono morte mentre un’altra è rimasta gravemente ferita. Due automobili, infatti, si sono improvvisamente scontrate  nei pressi di Salandra, in provincia di Matera. A perdere la vita sono stati Pierangela Bitonto, di 38 anni, di Ferrandina (Matera) e la madre Antonia Luongo di 62 anni: erano a bordo di una Seat Ibiza. L'uomo, che viaggiava sull'Audi, si chiamava invece Vincenzo Marano, di 42 anni, ed era originario di Eboli. Sul posto sono intervenuti il 118, i vigili del guoco e i carabinieri, che stanno facendo accertamenti sulla dinamica dell’incidente. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Carico di cocaina tra i fiori: sequestro per oltre 4 milioni a Scafati, 2 arresti

    • Cronaca

      Maltrattava i familiari per comprare alcol e droga: arrestato 44enne di Capaccio

    • Cronaca

      Castelnuovo Cilento, tinteggiano la scuola: 2 alunni avvertono un malore

    • Cronaca

      Droga nascosta nelle bambole cinesi: arresti da Firenze a Nocera

    I più letti della settimana

    • Lite sul Corso di Salerno, malore per una ragazzina

    • Mamma e figlia picchiate sul lungomare di Salerno, lo zio rivela: "Aggredite da bulli"

    • Dramma annunciato sul Corso, 60enne si cosparge di benzina dopo l'appello ignorato

    • Camorra, 33 arresti nel salernitano: estorsioni per trafficare droga

    • Uccisa e abbandonata alle spalle del cimitero: prove "schiaccianti" contro il muratore di Vietri

    • Invasione di ratti in via Vinciprova: venerdì sera da dimenticare per passanti e turisti

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento