Incidente a Roma, perde il controllo della moto: muore 32enne salernitano

Ad avere la peggio il giovane nato a Salerno ma residente a Lauria (Pz). In corso accertamenti per valutare il coinvolgimento di ulteriori veicoli

Tragedia, ieri pomeriggio, a Roma, dove, poco prima delle 16, un motociclista di 32 anni, Gaetano Carlomagno, a bordo della sua Yamaha R1 ha perso il controllo del mezzo finendo prima contro un palo della pubblica illuminazione (adiacente al semaforo) e poi sull'asfalto all'altezza dell'incrocio con via Cropani, la strada che porta verso il Grande Raccordo Anulare di Roma. Un impatto fatale: il centauro, infatti, è morto sul colpo.

Il sinistro

Dai primi riscontri investigativi - come riportano i colleghi di Romatoday - sembrerebbe esclusa la presenza di un altro mezzo nel sinistro mortale ma i caschi bianchi intendono vederci chiaro. Le immagini delle telecamere di via Anagnina sono state acquisite in entrambi i sensi di marcia, così come sono stati ascoltati alcuni testimoni presenti. Uno di loro ha raccontato di aver visto un'auto scura vicino la moto ma è presto per tirare conclusioni affrettate. Nessuna ipotesi, così, viene esclusa, neanche quella che Gaetano Carlomagno possa aver avuto un malore e, quindi, l'autopsia aiuterà gli inquirenti. Sul posto per i rilievi gli agenti del VII gruppo Tuscolano.

La vittima

Carlomagno aveva origini salernitane. Era nato proprio a Salerno ma, da sempre, risiedeva nel comune di Lauria in provincia di Potenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

  • Prorogata l'allerta meteo in Campania, ecco le nuove previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento