L'Arcivescovo Moretti incontra la comunità della parrocchia San Demetrio Martire

L'arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno: "L'esperienza di una comunità parrocchiale non si misura con il numero delle attività svolte, ma con la capacità di aiutare e di aprirsi"

Si è tenuto venerdì sera, l'incontro tra l'arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, monsignor Luigi Moretti e la comunità parrocchiale di San Demetrio Martire, presso il salone rinnovato ed attrezzato che è stato intitolato alla Venerabile Rachelina Ambrosini e che ha ricevuto la benedizione dello stesso Arcivescovo. Ad accogliere sua eccellenza, il parroco, monsignor Mario Salerno che ha rivolto il suo affettuoso benvenuto a Moretti per poi passare la parola ai fedeli impegnati in attività quali il Consiglio Pastorale ed il Consiglio Affari Economici, il progetto missionario con la Fondazione Rachelina Ambrosini presieduta dall'avvocato Tommaso Ferri, e poi l'Adorazione Eucaristica, la Catechesi, il Centro per la Legalità, il Circolo parrocchiale ed il gruppo di teatro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A prendere la parola, dunque, sua eccellenza Moretti: "Noi affidiamo il nostro cammino alla Grazia: l'esperienza di una comunità parrocchiale non si misura con il numero delle attività svolte, ma con la capacità di aiutare e di aprirsi - ha esordito Moretti - Si tratta di crescere, accogliere, per trasformare quella che è una realtà geografica in una comunità". Ricordando, per l'appunto, come i fedeli debbano sentirsi parte di una comunità e non clienti di una stazione di servizio, Moretti ha osservato come solo in Gesù sia possibile trovare la capacità di vivere relazioni nuove. "La missione di Gesù è la redenzione, il Papa parla di Misericordia e, rivolgendosi ai preti, ha sottolineato come il loro ruolo non sia di proprietario, ma di servitore: il soggetto è proprio la comunità". Puntando i riflettori sull'importanza della famiglia, Moretti ha, quindi, ribadito come il Papa parli di una conversione pastorale e non di una chiesa formale, rammentando quanto necessario sia per i cristiani aprirsi ed allargare i propri orizzonti. Scroscianti applausi, infine, hanno salutato l'arcivescovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapertura dei ristoranti in Campania: la Regione pubblica il video

  • Giù dal quinto piano di casa, dramma a Nocera: muore ragazzo di 16 anni

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Fiume Sele: dopo il lockdown, un'esplosione di colori e biodiversità

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

  • Sparatoria in pieno centro cittadino, a Salerno: arrestato l'autore dei colpi

Torna su
SalernoToday è in caricamento