Incontro tra Autostrade Meridionali e Comune di Cava, soddisfatto Santoro

Il consigliere Santoro continua con il suo fiato sul collo per la soluzione dei problemi causati da Autostrade Meridionali, sia per il Casello con il costo della tariffa che per i disagi causati da prove statiche che riversano camion in città che per i pannelli fonoassorbenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

 Il consigliere provinciale Dante Santoro è soddisfatto della notizia dell'incontro tra Autostrade Meridionali ed amministrazione comunale di Cava, rappresentata dal sindaco, propiziata dalla sua veemente azione sui disagi causati da Autostrade Meridionali al Comune di Cava.

Il consigliere Santoro continua con il suo fiato sul collo per la soluzione dei problemi causati da Autostrade Meridionali, sia per il Casello con il costo della tariffa che per i disagi causati da prove statiche che riversano camion in città che per i pannelli fonoassorbenti, e annuncia anche una petizione che porta la sua prima firma insieme a quelle dei consiglieri comunali di Cava, Antonio Palumbo e Marco Galdi e con il Comitato Civico per Cava, che avrà inizio domattina a Cava dè Tirreni presso Piazza Duomo: "Abbiamo raggiunto un primo grande risultato portando finalmente in maniera concreta il tema al centro del dibattito, ora il coinvolgimento dei cittadini può essere il passo decisivo per restituire i diritti negati in questi anni da una gestione dei problemi poco attenta da parte di Autostrade Meridionali e con una politica che per troppo tempo ha sonnecchiato. Abbiamo avuto l'ok al tavolo tecnico dal sindaco di Cava, Autostrade ha finalmente incontrato l'amministrazione comunale metelliana, diciamo che da quando abbiamo azionato il nostro fiato sul collo sono cambiate tante cose e quel muro di indifferenza degli enti competenti ormai è stato abbattuto. Continuiamo a lavorare intensamente per ottenere questa battaglia storica per i cittadini di Cava, Vietri, Salerno e  non solo; abbassare, ed in alcuni periodi di disagio causato dai lavori esentare, la tariffa per automobilisti senza telepass, pannelli fonoassorbenti per i residenti ed un equo conguaglio alla collettività per i disagi causati dai camion che ingolfano la città di Cava."

Torna su
SalernoToday è in caricamento