Difesa e riqualificazione del litorale cittadino: il sindaco inaugura i lavori

A margine dell'incontro, il sindaco sollecitato dai giornalisti, ha commentato l'omicidio di Vincenzo Persico, consumato ieri sera: "Si tratta di un episodio drammatico. Non credo ci siano però collegamenti diretti con la nostra città"

Al via, questa mattina, i lavori difesa, riqualificazione e valorizzazione del litorale cittadino orientale, da via Leucosia fino al Porto Marina d'Arechi. Ad inaugurare il cantiere, il Sindaco di Salerno e Vice Ministro Infrastrutture e Trasporti Vincenzo De Luca, insieme agli assessori comunali Mimmo De Maio e Gerardo Calabrese, rispettivamente all'Urbanistica e all'Ambiente.

L’opera si compone di una scogliera sommersa che si sviluppa per 1.100 m e costituisce il completamento dell’intervento realizzato in passato: si andrà così a chiudere l’unità di intervento dell’ambito 3 che va dalla zona di Pastena fino alle strutture del Lido dei Carabinieri. Tre, le scogliere di lunghezza variabile tra i 200 m ed i 570 m che verranno posizionate ad una distanza media di 160 m dall’attuale linea di riva e poste ad una profondità di base compresa tra i -4,0 m. s.l.m. ed i -5,0 m s.l. m. fino ad una quota in sommità di - 0.50 m sotto il livello del mare. L’opera, dunque, determinerà una sensibile mitigazione del rischio, frangendo l’onda in corrispondenza delle barriera sommersa e riducendo in maniera consistente l’altezza e l’energia dell’onda residua che arriverà sulla battigia.

Questo lotto d’intervento non prevede, in ragione dei fondi assegnati, la realizzazione del ripascimento delle spiagge, ma si sottolinea che anche la realizzazione delle sole opere previste, consentirà un naturale avanzamento della linea di battigia. "L'obiettivo è la valorizzazione dell'economia del mare del nostro territorio - ha sottolineato il Primo Cittadino - È un tassello strategico del più generale programma di valorizzazione del fronte del mare da Salerno Porta Ovest fino alla foce del Picentino. Un insieme di opere e lavori che potenzieranno infrastrutture logistiche, porti ed attività turistiche, le spiagge e gli arenili. Stiamo inoltre lavorando per ottenere i fondi, circa cento milioni di euro, che l’Unione europea ha deciso di destinare direttamente alle città dove si realizzino interventi di particolare importanza ambientale ed economica. La candidatura presentata l’anno scorso a Bruxelles è stata molto apprezzata dagli uffici comunitari".

A margine dell'incontro, infine, il sindaco sollecitato dai giornalisti, ha commentato l'omicidio di Vincenzo Persico, consumato ieri sera: "Si tratta di un episodio drammatico. Tutto deve preoccupare la città di Salerno, dal punto di vista della sicurezza. Non mi pare, però, ci sia un collegamento diretto tra questo episodio e la nostra città”. Vero è, tuttavia, che la vittima dell'omicidio è il figlio del boss Ciro Persico, affiliato con il noto clan del centro storico di Salerno, Panella-D'Agostino.

In collaborazione con Roberto Junior Ler

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Incidente sulla Salerno-Caserta, motociclista muore decapitato: traffico in tilt

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Incidente a Roma, perde il controllo della moto: muore 32enne salernitano

Torna su
SalernoToday è in caricamento