L'istituto alberghiero “Virtuoso” in finale per “Un futuro da chef: crea il tuo menu di domani”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

E' la classe V C dell'Istituto professionale per i servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera "Roberto Virtuoso" di Salerno ad aggiudicarsi la finale in conclusione del concorso promosso in tutta Italia nell'ambito del progetto didattico "Generazione Chef. L'olio nella cucina di domani" dall'Istituto Nutrizionale Carapelli.

L'iniziativa ha coinvolto a livello nazionale circa 18mila studenti di circa 700 classi III, IV e V degli Istituti alberghieri e oltre 100 classi hanno deciso di partecipare inviando il proprio menu. I vincitori, scelti fra sei classi finaliste fra cui è presente la scuola di Salerno, saranno proclamati il 28 maggio a Milano presso l'Istituto professionale servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera "Amerigo Vespucci".

Si sono guadagnati la finale tra i migliori elaborati presentati al concorso nazionale "Un futuro da chef: crea il tuo menu di domani": sono i ragazzi e le ragazze dell'Istituto professionale per i servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera "Roberto Virtuoso" di Salerno.

Il concorso è la fase finale del progetto di educazione alimentare Generazione Chef, promosso dall'Istituto Nutrizionale Carapelli, che nasce dalla volontà di approfondire ed educare ai temi della sana alimentazione, con un focus sugli oli e i grassi. Gli studenti della classe V C hanno inviato il proprio menu di quattro portate descrivendone, tramite video o foto-ricetta, il loro piatto forte "Il Manzo che vien dalla Campania", in linea con i temi dell'alimentazione sostenibile e della cultura del cibo sano. Naturalmente, con protagonista l'olio nelle sue differenti tipologie: olio di oliva, extra vergine di oliva e olio di semi.

La commissione tecnica formata da esperti nelle discipline oggetto del concorso ha valutato gli elaborati secondo i quattro criteri cardine del progetto: salubrità e genuinità degli alimenti; biodiversità; cultura del territorio (nazionale e internazionale); creatività, innovazione e sviluppo. I vincitori saranno proclamati il 28 maggio a Milano, al termine di una competizione che porterà le sei classi finaliste a proporre il loro piatto forte per la degustazione e la valutazione finale a una seconda giuria, formata da Alissa Mattei (Presidente Istituto Nutrizionale Carapelli), Giorgio Donegani (esperto in scienze e tecnologie alimentari), Riccardo Garosci (Presidente Comitato Miur "Scuola e cibo" - Expo Milano 2015) e lo chef Sergio Barzetti.

"Siamo molto soddisfatti della qualità dei lavori presentati e dalla partecipazione riscontrata a livello nazionale. Il nostro obiettivo è quello di poter offrire al mercato delle figure professionali motivate ed esperte del rapporto tra benessere e alimentazione. Riteniamo quindi indispensabile coinvolgere i futuri chef, affinché siano pienamente consapevoli del loro futuro professionale e dei prodotti che la cucina italiana offre per creare piatti sani, genuini e anche squisiti", dice Alissa Mattei, Presidente dell'Istituto Nutrizionale Carapelli e giudice delle due commissioni tecniche

Torna su
SalernoToday è in caricamento