Emergenza incendi, il Procuratore Roberti: "L'obiettivo è distruggere il turismo"

Lo ha dichiarato in un incontro oggi pomeriggio, al Giffoni Film Festival. Per il Procuratore Antimafia sono forti ipotesi investigative. Intanto a Laureana Cilento una struttura B&b è stata avvolta dalle fiamme. De Luca chiama il Ministro

Altra giornata di passione sul fronte incendi: dopo gli episodi nei comuni di Salerno e in provincia, è stata di nuovo la volta del Cilento. Nella zona tra Torchiara e Laureana, in particolare, diversi roghi stanno distruggendo ettari di macchia mediterranea. Le fiamme sono arrivate a sfiorare anche le abitazioni dei residenti, alcuni di questi - insieme alle forze dell'ordine - impegnate a spegnere e a placare quanto più possibile le fiamme. L'emergenza ha riguardato tuttavia anche le strutture ricettive. A Laureana, infatti, alcuni turisti sono rimasti chiusi in un B&B circondato dalle fiamme. Sul posto sono giunti vigili del fuoco e protezione civile. Ad Agropoli, altro comune in piena emergenza dove il sindaco ha chiesto lo stato d'emergenza, il traffico ferroviario è ripreso poco prima delle 18, con rallentamenti fino a 120 minuti, in seguito ai danni riportati dai cavi necessari al funzionamento dei sistemi di gestione della circolazione treni dopo l’incendio, domato dai vigili del fuoco, divampato in prossimità dei binari.
 

Sull'emergenza incendi è intervenuto anche il Procuratore nazionale Antimafia, Franco Roberti, che da un incontro tenuto oggi al Giffoni Film festival, ha dichiarato:Gli incendi in Campania, ma anche in altre regioni sono sicuramente il frutto di azioni criminali dolose, messe in atto da organizzazioni mafiose e non mafiose. Sulle finalità finora si possono fare solo ipotesi in assenza di riscontri investigativi. L’ipotesi principale è di soggetti che vogliono sottrarre così il territorio al turismo per utilizzarlo invece in chiave di sfruttamento imprenditoriale o criminale, di speculazione edilizia, o come sostiene qualcun altro, per lo smaltimento illegale dei rifiuti

E intanto il governatore Vincenzo De Luca si rivolge al Governo: “Da oltre una settimana 700 uomini del sistema di Protezione civile regionale, dei vigili del fuoco e dei volontari sono impegnati in maniera straordinaria, fino allo stremo, per contrastare gli incendi che, nella giornata di oggi, sono arrivati in sole 24 ore a oltre 100 in tutta la regione”. Il grido d'aiuto è stato lanciato al ministro della Difesa Pinotti, sentito in giornata, che ha dato la piena disponibilità a mettere a disposizione i militari necessari a supporto delle attività. Nelle prossime ore saranno definite le modalità del loro impiego. Anche oggi sono stati in azione 7 Canadair e 5 elicotteri a fronte di una situazione ancora grave e senza precedenti di tale portata in Campania.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

  • Choc a Santa Maria di Castellabate: trovato un cadavere in spiaggia

  • Morto in spiaggia: due comunità piangono Domenico Di Sessa

  • A2 chiusa per la bomba, l'odissea di una famiglia: "Bimbi in lacrime, nessuna assistenza"

Torna su
SalernoToday è in caricamento