Lavori abusivi a Scafati, i vigili dissequestrano la casa di Aliberti

Nel mirino della magistratura erano finiti una cantinola ed una parte del piano rialzato dell’immobile costruita senza l’apposita licenza

I vigili urbani di Scafati hanno rimosso i sigilli dall’abitazione dell’ex sindaco Pasquale Aliberti. A disporre il dissequestro è stata la Procura di Nocera Inferiore al termine delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Anna Chiara Fasano.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta

Nel mirino della magistratura erano finiti una cantinola ed una parte del piano rialzato dell’immobile costruita senza l’apposita licenza. Secondo le indagini, in pratica, Aliberti aveva realizzato quella zona per uso abitativo, nonostante fosse autorizzato a realizzare locali per uso commerciale, con contestuale cambio di destinazione d’uso. Soltanto che, al termine degli accertamenti, gli inquirenti hanno rilevato che tali manufatti sono di fabbricazione storica, con il termine prescrizionale ormai decorso. Non solo. Ma, secondo il giudice, è impossibile rintracciare ora le autorizzazioni rilasciate all’epoca per la costruzione di tali opere. Di qui la rimozione dei sigilli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • Covid-19: muore una salernitana, 341 contagi in provincia. Primario in via di miglioramento

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

  • Covid-19: situazione drammatica al Ruggi, anziana in gravissime condizioni

  • Coronavirus in Campania, i casi positivi salgono a 2231: i dati

  • Dramma a Calvanico: giovane trovato senza vita, si ipotizza il suicidio

Torna su
SalernoToday è in caricamento