Lite tra detenute nel carcere di Salerno: poliziotta finisce in ospedale

Nella giornata di ieri è stato rinvenuto anche un telefonino nascosto in un cestino dei rifiuti nella sala colloqui. Fattoriello (Sappe): "La situazione è critica. Solidarietà alla collega"

Non accennano a diminuire gli episodi di violenza all’interno della casa circondariale di Salerno. Ieri mattina, infatti, una violenta lite è scoppiata tra due detenute per futili motivi.

L’aggressione

Una agente della Polizia Penitenziaria, nel tentativo di dividere le due donne, è stata spintonata ed è caduta a terra procurandosi lesioni al ginocchio e alla caviglia. A soccorrerla sono stati i colleghi. La poliziotta è stata trasportata al pronto soccorso dell’azienda ospedaliera-universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” dove i medici gli hanno riscontrato contusioni guaribili in quindici giorni.

La scoperta

Sempre nella giornata di ieri – fa sapere il Sappe (Sindacato Polizia Penitenziaria) – è stato rinvenuto un telefonino, lasciato in un cestino dei rifiuti nella sala colloqui. La stessa area in cui, pochi giorni fa, sono stati scoperti 41 grammi di hashish.  “La presenza dei cani del nucleo cinofili – dichiara il segretario nazionale del Sappe Emilio Fattorello – ha spinto un detenuto a liberarsi del cellulare. Ormai gli eventi critici sono quotidiani mentre aumentano in maniera esponenziale le assenze del personale. Esprimiamo solidarietà alla collega”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Salerno, morte di Antonio Junior De Sarlo: chiesto il processo per l'amico

Torna su
SalernoToday è in caricamento