Luci d'Artista 2013: la "Neve di primavera" si posa in città, ecco il programma

Dopo aver ricordato l'attivazione della metropolitana, De Luca ha risposto a chi gli ha chiesto se accogliesse i turisti da vice ministro o da sindaco: "Naturalmente da sindaco, non cominciamo con le offese"

Un momento della conferenza stampa

Salerno si prepara ad essere ricoperta da "Neve di primavera". Svelato il nuovo tema di Luci d'Artista 2013/2014, questa mattina, a Palazzo di Città, dal sindaco e vice ministro Vincenzo De Luca e dall'assessore comunale al Turismo, Enzo Maraio. Novità che entusiasmeranno grandi e piccini, dunque, a partire dal 1° novembre, renderanno nuovamente Salerno città della luce. Per iniziare l'albero e le renne torneranno a Pastena, mentre piazza Flavio Gioia si trasformerà nella suggestiva Primavera di Botticelli con installazioni alte sette metri che riprodurranno l'atmosfera dell'opera del grande artista.

Nella Villa Comunale, quindi, oltre le opere luminose già note agli amanti delle Luci, farà capolino, nell'angolo all'incrocio con il Teatro Verdi, il tema degli abissi marini, con creature che rievocano il profondo blu, ricollegandosi alla novità per eccellenza di questa edizione: le installazioni luminose sulla scogliera di fronte all'Embarcadero, a lungomare, dove, nella fila centrale verranno allestiti stands e suggestive scenografie luminose, rigorosamente a tema marino. "Speriamo non piova, se no ci toccherà andarle a pescare a mare", ha detto ironicamente De Luca, riferendosi alle luminarie sulla scogliera.

Un albero di ciliegio, dunque, insieme a fiori e decorazioni, illuminerà dei colori della primavera via Mercanti, la Rotonda e piazza Sant'Agostino.  E poi, arte contemporanea in via Diaz con Opera Circus di un artista torinese. "L'evento è diventato di livello nazionale ed internazionale - ha osservato De Luca - Abbiamo avuto richieste di sponsorizzazione da Bruxelles e stiamo studiando uno scambio con Venezia che dovrebbe proporre le nostre stesse Luci d'Artista nel periodo estivo. Tanti bed and breakfast cittadini sono già al completo ed intanto Frecciarossa ha incrementato le corse Milano-Salerno".

"Prosegue anche lo scambio con San Gregorio Armeno che ci consentirà di esporre presepi napoletani del '700 - continua il sindaco - Ci aspettiamo 2 milioni e mezzo di turisti: è uno sforzo immane per noi, a cui dovrebbe partecipare anche la Camera di Commercio, ma attendiamo". Dopo aver ricordato l'attivazione della metropolitana, dunque, il sindaco ha risposto a chi gli ha chiesto se accogliesse i turisti da vice ministro o da sindaco: "Naturalmente da sindaco, non cominciamo con le offese".

Grande attesa, intanto, tra i salernitani, per il 1° novembre, data dell'accensione, mentre in città si preparano ad arrivare anche 20 tour operators italiani, riferimenti per tour operators europei, per studiare pacchetti turistici per Luci d'Artista, come sottolineato dall'assessore Enzo Maraio. Insomma, la "Neve di primavera" sta per posarsi in città, per far sognare salernitani e visitatori.

In collaborazione con Roberto Junior Ler

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

  • Dramma alla Cittadella: medico stroncato da un infarto, inutili i soccorsi

  • Maltempo a Salerno, cade un grosso albero: disagi a Casa Manzo

Torna su
SalernoToday è in caricamento