Addio a Luciano De Crescenzo, la salma sarà tumulata a Furore

Al termine del funerale nella basilica a Napoli, è stata diffusa la canzone napoletana «Era dè Maggio» molto amata dallo scrittore

È partita alla volta di Furore, in Costiera Amalfitana, dove sarà tumulata, la salma di Luciano De Crescenzo. Accompagnato da un applauso, il più lungo e sentito tra quelli che si sono susseguiti dall'inizio alla fine delle esequie celebrate nella Basilica di Santa Chiara, nella città di Napoli, il feretro dello scrittore, fiolosofo ed ingegnere, ha attraversato la navata della basilica mentre i presenti invocavano il suo nome a gran voce. Sulla bara uno dei tantissimi presenti ha posato una sciarpa della squadra partenopea. Concluso il rito nella basilica è stata diffusa la canzone napoletana «Era dè Maggio» molto amata dallo scrittore.

Il commento

“Il ricordo di Luciano de Crescenzo è quello di quando veniva a cena da noi a Furore. Una persona speciale, semplice nella sua immensa cultura. Amava la costiera. A Conca aveva una bellissima casa ed aveva scelto Furore per il suo tempo dopo la morte. Diceva sempre - divertito - che aveva lasciato la sua cappella incompleta per scaramanzia. Ci mancherà” afferma Andrea Ferraioli, presidente del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceraso e Montano Antilia: stop a eventi e chiusura dei negozi

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • "Non comunicano i loro rientri dal Nord": la denuncia dei salernitani e l'appello di un cittadino "autoisolato"

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Coronavirus, De Luca ha deciso: "Scuole chiuse in Campania"

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

Torna su
SalernoToday è in caricamento