Alunni maltrattati alla scuola materna: indagini chiuse per tre maestre

A far scattare le indagini dei carabinieri la denuncia di una madre di uno dei bambini. Immediata l’installazione di telecamere all’interno del plesso scolastico che hanno consentito di ricostruire gli episodi di violenza

Foto di repertorio

Il pm Elena Guarino della Procura di Salerno ha chiuso le indagini a carico di tre maestre della scuola materna di Olevano sul Tusciano, accusate di maltrattamenti nei confronti dei loro piccoli alunni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta

A far scattare le indagini dei carabinieri la denuncia di una madre di uno dei bambini. Immediata l’installazione di telecamere all’interno del plesso scolastico che hanno consentito di ricostruire gli episodi di violenza. Nei filmati si vedono le maestre afferrare i bambini per il braccio e trascinarli con forza, scuoterli violentemente e sgridarli; spesso venivano afferrati per i capelli e a volte imboccati con la forza, a cui si sarebbero aggiunte delle minacce. Secondo la Procura di Salerno, le tre indagate facevano vivere le ore di lezioni ai loro alunni in una costante soggezione psicologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento