Disastro di Rigopiano, la madre di Stefano inizia lo sciopero della fame

Chiede giustizia Maria Perilli, la mamma di Stefano Feniello, il 28enne originario di Valva, morto sotto le macerie dell’hotel Rigopiano di Farindola, il 18 gennaio scorso

Stefano con la fidanzata

Ha iniziato lo sciopero della fame per chiedere giustizia, Maria Perilli, la mamma di Stefano Feniello, il 28enne originario di Valva, morto sotto le macerie dell’hotel Rigopiano di Farindola, il 18 gennaio scorso. La madre di Stefano chiede le dimissioni delle Istituzioni ritenute responsabili del disastro di Rigopiano. Il dito è puntato contro chi governa nella Regione Abruzzo.

Gli indagati

Intanto, la Procura di Pescara ha aperto un fascicolo d’inchiesta per omicidio plurimo colposo e disastro colposo, iscrivendo nella lista degli indagati 6 persone, tra cui il sindaco di Farindola e il presidente della Provincia di Pescara.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

Torna su
SalernoToday è in caricamento