Disastro di Rigopiano, la madre di Stefano inizia lo sciopero della fame

Chiede giustizia Maria Perilli, la mamma di Stefano Feniello, il 28enne originario di Valva, morto sotto le macerie dell’hotel Rigopiano di Farindola, il 18 gennaio scorso

Stefano con la fidanzata

Ha iniziato lo sciopero della fame per chiedere giustizia, Maria Perilli, la mamma di Stefano Feniello, il 28enne originario di Valva, morto sotto le macerie dell’hotel Rigopiano di Farindola, il 18 gennaio scorso. La madre di Stefano chiede le dimissioni delle Istituzioni ritenute responsabili del disastro di Rigopiano. Il dito è puntato contro chi governa nella Regione Abruzzo.

Gli indagati

Intanto, la Procura di Pescara ha aperto un fascicolo d’inchiesta per omicidio plurimo colposo e disastro colposo, iscrivendo nella lista degli indagati 6 persone, tra cui il sindaco di Farindola e il presidente della Provincia di Pescara.
 

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • 5 consigli di bellezza per far durare a lungo la tinta per capelli anche d’estate

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Arriva in ospedale con i testicoli lesionati: la madre sporge denuncia

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

Torna su
SalernoToday è in caricamento