Mareggiate sulle coste salernitane: chiesto lo stato di calamità

La richiesta arriva dai presidenti di Sib, Amoroso, e di Federalberghi, Gagliano. Domani, martedì 27 marzo, presentazione del programma di sviluppo urbanistico territoriale-urbanistico fascia costiera

Danni maltempo

In seguito agli effetti devastanti della mareggiata che ha colpito le località costiere della nostra provincia, i presidenti del Sib- (Sindacato Italiano Balneari), Alfonso Amoroso e di Federalberghi Provincia di Salerno, Giuseppe Gagliano, hanno chiesto alla Regione Campania di procedere alla proclamazione dello stato di calamità naturale, per richiamare l’attenzione sulla sicurezza del litorale salernitano.

I Presidenti Amoroso e Gagliano, hanno inoltre chiesto la convocazione urgente delle Autorità competenti, ad un tavolo di concertazione, per esaminare l’implementazione di adeguate misure di protezione del litorale che risulta troppo esposto alle mareggiate, anche in conseguenza del continuo fenomeno dell’erosione della costa .
 

La presentazione

La richiesta è ancor più urgente e attuale, alla luce della conferenza stampa di presentazione del programma di sviluppo urbanistico territoriale-urbanistico fascia costiera in programma domani, martedì 27 marzo, alle ore 11, nella Sala del Gonfalone di Palazzo di Città. Il progetto vede coinvolti i Comuni di Salerno, Pontecagnano Faiano, Battipaglia, Eboli, Capaccio-Paestum, Agropoli. Saranno presenti i sindaci. Il progetto coinvolge i distretti turistici "Selecoast", "Riviera Salernitana" e "Consorzio Lidi di Paestum", ed è frutto di un lavoro nato dalla stipula di un protocollo d'intesa tra i sei comuni, finalizzato alla programmazione e realizzazione di iniziative condivise per lo sviluppo territoriale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento