Matierno, giovane "molesta" una 14enne: scatta il raid punitivo

Momenti di tensione nella frazione collinare di Salerno dove un gruppo di cittadini è andato a protestare davanti un centro di accoglienza. Uditi colpi di pistola

Momenti di tensione la scorsa notte nella frazione collinare di Matierno, precisamente in via Vecchia Matierno, dove un gruppo di residenti ha messo in atto un raid punitivo contro alcuni stranieri ospitati in un centro di accoglienza della zona. Ad accendere la miccia – da quanto si apprende – pare sia stato il tentativo da parte di un giovane pakistano di molestare una ragazza di 14 anni del posto. 

Di qui l’ira di familiari e residenti che avrebbero provato a sfondare la struttura che accoglie gli stranieri e sarebbero stati uditi anche alcuni colpi di pistola, ma non risultano feriti. Sul posto sono giunte le forze dell’ordine.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Domanda: che guerra c'è in Marocco? ..così eh, tanto per capire che ci fa quello in un centro d'accoglienza e non su un volo per Rabat.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente mortale sull'A30, scende dall'auto in panne: travolto e ucciso da un tir

  • Cronaca

    Dramma annunciato sul Corso, 60enne si cosparge di benzina dopo l'appello ignorato

  • Cronaca

    Attentato a Londra, tra i presenti anche una giovane biologa salernitana

  • Cronaca

    Allarme morbillo a Salerno, corsa ai vaccini presso l'Asl

I più letti della settimana

  • Tangenziale di Salerno, entrano in funzione gli autovelox: ecco dove

  • Dramma annunciato sul Corso, 60enne si cosparge di benzina dopo l'appello ignorato

  • Fiocco azzurro in casa Pagliarulo: è nato Giovanni, il figlio di Rocco Hunt

  • Sparatoria in centro a Nocera Inferiore, si costituisce l'autore: "Non volevo ucciderlo"

  • Scafati, trovato morto il pluripregiudicato Vincenzo Staffetta: si indaga

  • Litiga con il proprietario di una pizzeria, poi cade a terra: grave 31enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento