Esami di Stato: Eco non tira, gli studenti salernitani scelgono saggio breve e ambito storico

Viaggio nelle scuole salernitane. I primi studenti hanno già consegnato. I più veloci, poco dopo mezzogiorno, gli alunni del corso serale "Sirio" del Santa Caterina-Amendola

Alle 12.08, il primo gruppo di diplomandi fa capolino sull'uscio dell'Istituto Santa Caterina-Amendola. La domanda corre veloce: "Tu che hai scelto? Ragazzi, l'analisi del testo non si poteva fare". Sono in dieci, ma non tutti si fermano per la foto: alcuni scappano al bar per un caffé, altri aprono freneticamente il pacchetto di sigarette. E' sul marciapiede, tra nuvole di fumo e progetti sul futuro, che prende forma la prima chiacchierata della mattinata sulla Maturità 2016. Al Sirio ci sono ragazzi e meno giovani, pure una signora sulla quarantina con il vocabolario Zanichelli stretto tra le mani come una reliquia. Hanno scelto prevalentemente la tipologia C e D, cioè l'ambito storico e quello d'attualità. L'ambito storico li ha esortati a discutere dell'anniverario della Repubblica Italiana, con voto esteso alle donne. Il tema d'attualità, invece, li ha spinti ad affrontare il delicato argomento dei confini e della migrazione. La tipologia B del saggio breve è stata scelta da Bruna Ianniello, 21 anni. Ha puntato sull'ambito artistico letterario ed ha scritto del rapporto tra padre e figlio, dagli inizi del '900. L'ambito socio-economico, scelto da Gianni Fornaro, 23 anni, riguardava il Prodotto Interno Lordo. In pochi hanno affrontato la tipologia A, cioè l'analisi del testo. Prima della posa per la foto di gruppo, un sospiro e un coro: "Domani alle 8.30 si ritorna sui banchi di scuola per la prova di economia aziendale". Non solo sospiri ma anche un invito guardando il cielo. Qualcuno lo accoglie: "Ragazzi, che ne dite di un tuffo a mare?".

"Ci dispiace ma andiamo di fretta. Corriamo a casa a preparare la tesina. La seconda prova sarà di scienze umane". Pochi minuti dopo la consegna del proprio elaborato, Mariangela Napoletano e Alessandra Palluotto dell'Alfano I sono già protese verso la seconda tappa dell'esame di maturità. Luca Pappacena, Enza D'Elia e Carla Ceresoli si fermano, invece, per raccontare le proprie emozioni, i sogni, i progetti, il desiderio di relax e di mare e tintarella. Carla Ceresoli, VB Linguistica ha in programma "vacanze lughe, poi l'università. Mi iscriverò a Criminologia". Ha scelto la tipologia B, s'è dilungata sulla tipologia del paesaggio. Luca Pappacena progetta un futuro in Economia: "All'università - racconta - penserò ad ottobre. Adesso sotto con la seconda prova, poi l'orale, poi il mare. Dovrà essere la vacanza più bella e spensierata della mia vita".

All'ingresso del Liceo Scientifico Severi, Francesca Marano, alunna della VG, racconta le sue emozioni post esame. "Ho concluso alle 13.38, la prima prova è durata oltre quattro ore. Eco l'ho scartato ma non avrei voluto: l'avevo ripassato ieri a casa. Davanti al bivio, però, ho scelto un argomento più abbordabile. Dopo l'esame ci saranno tanto mare e poi lo studio. Farò - spero - l'igienista dentale". Neppure Antonio Cirillo, suo compagno di classe, ha ascoltato.. l'Eco. "Ho scelto l'ambito tecnico - rivela - ho trattato il rapporto tra l'uomo e lo spazio. Era un argomento ad ampio raggio, mi sentivo più sicuro. Dopo l'esame, un tuffo dove l'acqua è più blu. Poi magari Barcellona, chi lo sa. Occorrerà riposare tanto, prima di presentarsi concentrati e carichi ai test d'ingresso universitari. Io mi accingo a frequentare Ingegneria".

Al Liceo Classico De Sanctis, Cecilia Borrelli e Rosa Siani hanno optato per l'ambito artistico letterario. La scelta accomuna tanti ragazzi: ha molto colpito la proposta di un saggio breve sul rapporto padre-figlio dagli inizi del '900. Domani c'è la prova di greco: "E' più agevole, più lineare rispetto a una tradizione dal latino - commenta Siani - però bisogna subito entrare nel testo e comprenderlo, perché il greco lascia meno spazio alla traduzione a senso, insomma è più complicato sviare". Non concedono foto: "Troppo stanche". Si mettono in posa, invece, Massimo Puca, che ha scelto l'ambito storico, e Francesca Pellegrino, che ha curato la tipologia B.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento