Da casa accede ad un cellulare sequestrato: cancella le prove e viene denunciato

Il giovane sarà processato per accesso abusivo ad un sistema informatico e favoreggiamento, avendo cancellato dei dati su di un cellulare sequestrato dalla Procura. Gli inquirenti indagavano su di una sparatoria avvenuta a Mercato San Severino

Sarebbe riuscito ad accedere all'interno della memoria di un telefono cellulare posto sotto sequestro, cancellando dati utili all'identificazione di un uomo sospettato di una sparatoria. Dovrà rispondere di accesso abusivo ad un sistema informatico un 22enne di Nocera Inferiore, residente a Mercato San Severino, denunciato dalla procura nocerina e ora sottoposto a pubblico processo. I fatti risalgono al 24 gennaio 2016, giorno nel quale il giovane riuscì ad introdursi "da remoto" nel profilo di un I-Phone, sequestrato dagli inquirenti il giorno prima. La procura aveva disposto una consulenza tecnica per estrarre dati utili alle indagini, a loro volta concentrate su un episodio legato ad una presunta sparatoria avvenuta a Mercato San Severino. Una volta all'interno, stando alle accuse, il giovane avrebbe distrutto e danneggiato dati, informazioni e programmi in esso contenuti. Per questo, è accusato anche di favoreggiamento personale, avendo - stando sempre alla Procura - contribuito ad eludere le investigazioni su un'altra persona in corso di identificazione. Il ragazzo avrebbe agito da casa, grazie ad un programma che permetteva di inserirsi all'interno della memoria del cellulare, spiegando tuttavia di dover recuperare solo dei dati personali. 

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Mare sporco a Salerno: denunce e proteste dei cittadini

  • Sette cartomanti in poche centinaia di metri: nuova "invasione" sul lungomare

I più letti della settimana

  • Lutto a Salerno, morto il medico-pediatra Luca Budetta

  • Colto da malore appena arriva in azienda: morto 49enne ad Atena Lucana

  • Incidente a Giovi: è morta Eleonora, l'amica della famiglia Scannapieco

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Incidente a Giovi: ecco le condizioni di salute dei quattro feriti

Torna su
SalernoToday è in caricamento