Figlio di 3 anni preso a calci, mentre il marito costretto a dormire in auto: cubana a giudizio

Con l'accusa di maltrattamenti, violenza privata ed estorsione, con fatti risalenti tra il 2016 e il 2017, una ragazza di 33 anni di Cuba è stata mandata sotto processo al termine dell'udienza preliminare

Girava nuda per casa, ascoltava musica invece di cambiare il pannolino al figlio, di 3 anni, ma non solo. Più volte minacciava il marito di tornare nel suo paese d'origine, Cuba, altre volte lo chiudeva a chiave in camera, per non farlo uscire. Poi anche fuori casa, costringendolo a dormire in auto, di notte. Con l'accusa di maltrattamenti, violenza privata ed estorsione, con fatti risalenti tra il 2016 e il 2017, una ragazza di 33 anni di Cuba è stata mandata sotto processo al termine dell'udienza preliminare. 

Marito e figlio maltrattati

La donna avrebbe maltrattato più di tutti proprio il marito, oltre che con minacce di morte, anche sottraendogli oggetti preziosi e soldi in contanti, quando lui era fuori. Il paradosso è che quando l'uomo ne chiese la restituzione, la donna - moglie della vittima - pretese dei soldi in cambio. La vita di padre e figlio sarebbe stata stravolta dalle abitudini della donna, così come fu appurato dai carabinieri e dai servizi sociali di Salerno, poi, che indagarono sulle abitudini di quei genitori, residenti a Mercato San Severino. La denuncia dell'uomo, invece, diede il via all'iter giudiziario nei confronti della 33enne. A rimetterci, spesso anche con strattoni e calci, il figlio della coppia, di soli 3 anni. Oltre a essere insultato senza motivo, la madre lo avrebbe più volte picchiato, scagliando i giocattoli nelle sue mani altrove, o rovesciando il cibo sul seggiolone, mentre questi mangiava. Tutte circostanze raccontate dal padre, vittima a sua volta degli atteggiamenti della donna, che spesso girava nuda in casa, davanti al figlio, o tardava nel prendersi cura di lui solo per ascoltare musica. Per lei ora il processo



 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Luci d'Artista 2019/2020: l'inaugurazione fissata per il 15 novembre, le novità sui parcheggi

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Furto di energia elettrica e carenze igieniche in un locale di via Leucosia: titolare arrestato, chiuso la "Praca DoSol"

Torna su
SalernoToday è in caricamento