Diciannovesimo sbarco di migranti a Salerno: le domande dell'opposizione

Quello del 19 giugno sarà il diciannovesimo sbarco a Salerno ed il secondo in notturna. Intanto i consiglieri comunali d'opposizione Roberto Celano, Ciro Russomando e Giuseppe Zitarosa hanno interrogato il sindaco sulla situazione relativa all'accoglienza

Saranno oltre 500 i migranti che nella serata di oggi sbarcheranno al molo commerciale di Salerno. Tra questi ci sarebbero una cinquantina di donne, di cui una incinta, ed una ventina di minori. Questo sarà il diciannovesimo sbarco a Salerno ed il secondo in notturna. Intanto i consiglieri comunali d'opposizione Roberto Celano, Ciro Russomando e Giuseppe Zitarosa hanno fatto un'interrogazione al sindaco di Salerno sulla situazione relativa agli sbarchi.

"Quello della nostra città è divenuta ormai il principale scalo italiano di approdo di extracomunitari in cerca di fortuna -  spiegano i consiglieri - nessuna delle istituzioni apicali (Sindaco, Presidente della Provincia, Presidente della Regione), con competenze territoriali in città, interviene per porre fine agli sbarchi a Salerno e per evidenziare che la nostra città ha già oltremodo dato in termini di accoglienza e solidarietà. Chiediamo, quindi, di sapere quali siano le associazioni e le cooperative cittadine che ospitano gli extracomunitari che sbarcano a Salerno; quanti siano ad oggi gli extracomunitari (specificando il numero dei minori) che vivono in città con indicazione del numero per ciascuna associazione e/o cooperative; a quanto ammontano i trasferimenti governativi (devoluti attraverso il Comune e non) a favore delle associazioni e delle cooperative che si occupano dell’accoglienza dei migranti ed, infine, se l’Amministrazione intenda finalmente intervenire per evitare che lo scalo di Salerno continui ad essere porto di destinazione di migliaia di migranti di cui spesso si perdono le tracce e non si conoscono le generalità" concludono i tre consiglieri d'opposizione.