mercoledì, 26 novembre 12℃

"Gatto pazzo" a Minori: il sindaco ordina la caccia al pericoloso felino

Disposta in un'ordinanza la cattura del gatto bianco e rosso che ha aggredito un bambino, procurandogli dei graffi. Il sindaco: "La colonia felina di via Amato deve essere delocalizzata"

Marilia Parente 14 agosto 2012
5

Caccia al gatto pazzo, a Minori. Non si tratta di una leggenda metropolitana, ma del singolare episodio che sta interessando il comune costiero dove, a seguito della aggressione da parte di un gatto ad un bambino, avvenuta martedì scorso, il sindaco Andrea Reale ha ordinato la cattura del felino per sottoporlo ad osservazione ed isolamento per dieci giorni, come previsto dalle norme per la profilassi antirabica.

Nell'ordinanza emessa dal Primo cittadino, inoltre, è stata disposta "la cattura dei restanti animali della colonia felina stanziatasi presso il condominio del palazzo ubicato al numero civico n°36 di via Amato per delocalizzarla in altro sito idoneo, l’affissione di avvisi che informino la popolazione residente della necessità di segnalare casi di aggressività o disturbi comportamentali  degli animali della zona per consentire alle autorità competenti di poter intervenire tempestivamente e di monitorare eventuali presenze di malattie infettive trasmissibili all'uomo”.

Annuncio promozionale

Precisissima nel fornire l'identikit del presunto felino pericoloso, dunque, la madre del piccolo aggredito ha lanciato un campanello d'allarme per la sicurezza degli abitanti di Minori, suscitando, tuttavia, non poche polemiche tra gli animalisti del comune costiero, i quali temono l'inizio di una spietata caccia al gatto, "insensata in quanto i gatti non attaccano a meno che non vengano infastiditi", hanno osservato alcuni residenti. Tuttavia, è da accertare se, effettivamente, il felino ricercato sia affetto da rabbia: in tal caso, il provvedimento del sindaco risulterebbe assolutamente necessario.
 

Andrea Reale
Minori
animali
catture
ordinanze

5 Commenti

Feed
  • Avatar di Gabriella Bernardis

    Gabriella Bernardis si vede che gli avrà fatto qualche dispetto! di solito scappano i gatti

    il 23 agosto del 2012
  • Avatar di Syd Plant

    Syd Plant Io amo gli animali, però penso anche al bambino aggredito...

    il 16 agosto del 2012
    • Avatar di Ulisse

      Ulisse Naturalmente, penso anche io al bimbo aggredito. Ma soprattutto penso che la sua mamma abbia amplificato oltre misura l'inconveniente occorso al bimbo. Inculcare ai bambini un ingiustificato terrore verso gli animali, farebbe sicuramente + danno di un graffio.

      il 20 agosto del 2012
  • Avatar di Ulisse

    Ulisse Son perfettamente d'accordo con Enzo: è ridicolo parlare di gatto aggressivo! Peraltro, prima di diffondere i consueti quanto inconsulti allarmismi, il Sindaco dovrebbe informarsi meglio circa la reale frequenza delle zoonosi. Il virus della rabbia, in Italia, sopravvive ancora solamente in zone dove la presenza di volpi risulta essere massiccia. Francamente, non credo che in Costiera Amalfitana esista una colonia di volpi così consistente. Inoltre, la delocalizzazione di una colonia felina è espressamente vietata dalla legge regionale esistente in materia di randagismo. Ma tutto questo non dovrebbe essere noto a un buon amministratore? Perciò: portino avanti 1 seria opera di sterilizzazione dei randagi, come previsto dalla normativa nazionale ormai da oltre 20 anni, invece di indulgere in dannosi sensazionalismi!

    il 16 agosto del 2012
  • Avatar di Enzo Senatore

    Enzo Senatore Hahahhaha un micino che aggredisce...che cosa ridicola!! piuttosto il sindaco stanzi i soldi per la sterilizzazione, cosi' si abbatte il randagismo!!!

    il 15 agosto del 2012