Muore a 12 ore dalla nascita: chiesto il rinvio a giudizio per due medici del San Luca

Il pm della Procura di Vallo della Lucania, Alfredo Greco, ha presentato richiesta di rinvio a giudizio per la ginecologa e l'ostetrica che hanno assistito la madre della vittima

Chiesti due rinvii a giudizio per la ginecologa e l’ostetrica: si sono concluse le indagini preliminari sulla morte della piccola Debora Feo, la neonata spirata il 27 marzo 2012 dopo circa 12 ore dal parto, all’ospedale “Monaldi” di Napoli, dove era stata trasferita dal “San Luca” di Vallo.    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pm della Procura di Vallo della Lucania, Alfredo Greco, ha presentato richiesta di rinvio a giudizio per la ginecologa e l’ostetrica che hanno assistito la madre della vittima. L'accusa è di omicidio colposo. Udienza preliminare, dunque, fissata per il 18 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento