Accusa l'agente immobiliare di truffa, lo prende a pugni: nocerino rischia il processo

L'uomo è accusato anche di tentata estorsione, perchè attraverso minacce, l'imputato pretese il versamento di settecento euro in contanti

Un affare immobiliare è al centro di una violenta contesa scatenata da un 50enne incensurato, di Nocera Inferiore, protagonista di un'aggressione nei confronti di un agente immobiliare, "colpevole" a suo dire di aver disatteso i patti, con una omissione divenuta motivo di itorsione, botte e minacce. La denuncia contro l'imputato fu presentata il 4 novembre 2017, ma l'episodio finito nel capo d'imputazione risale a dieci giorni prima. Il 50enne si recò dall'agente, aggredendolo con violenza, prendendolo a pugni in faccia e sottraendogli gli occhiali da vista, dal valore di circa 400 euro, quale parziale e iniziale risarcimento per quanto avrebbe subito. L'uomo è accusato anche di tentata estorsione, perchè attraverso minacce, l'imputato pretese il versamento di settecento euro in contanti. Per lui c'è la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla procura di Nocera Inferiore

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Salerno, i Nas chiudono laboratorio di analisi: sequestri anche in provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento