Maltratta e picchia genitori per i soldi, 40enne nocerino finisce a processo

Stando alle accuse mosse dalla procura, l'uomo aveva più volte maltrattato i genitori, pretendendo soldi in contanti - a dire degli stessi - per l'acquisto di droga

Sarà processato con rito immediato, con le accuse di estorsione, maltrattamenti e lesioni aggravate, un uomo di 40 anni, di Nocera Inferiore, raggiunto lo scorso agosto dalla misura di divieto di avvicinamento ai propri genitori. Stando alle accuse mosse dalla procura, l'uomo aveva più volte maltrattato i genitori, pretendendo soldi in contanti - a dire degli stessi - per l'acquisto di droga. Una versione respinta dall'indagato, che al gip spiegò che tra le parti vi fosse una questione ereditaria mai definita. Dalle indagini svolte dalla polizia, il padre dell'indagato fu picchiato e aggredito almeno due volte, di cui una in strada, rimediando ferite che richiesero l'intervento dei medici dell'ospedale. In una delle due occasioni, il 40enne avrebbe anche minacciato di dare fuoco alla casa, dopo che i genitori gli consegnarono 30 euro in contanti. Per la procura, ritenuti gli elementi raccolti fortemente indiziari, l'uomo va processato con il giudizio immediato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento