Telefoni intestati a stranieri per mascherare lo spaccio: il retroscena

E' questo il particolare nell'indagine su 12 persone coinvolte in un grosso giro di spaccio di sostanze stupefacenti tra i comuni di Nocera Inferiore e Pagani

C'è un particolare nell'indagine su 12 persone coinvolte in un grosso giro di spaccio di sostanze stupefacenti tra i comuni di Nocera Inferiore e Pagani. E cioè, l'uso di cellulari intestati a cittadini ignari di nazionalità straniera per eludere investigazioni e accordarsi con gli assuntori per le consegne in luoghi concordati preventivamente. L’inchiesta, coordinata dal sostituto Procuratore della Repubblica Roberto Lenza, ha permesso due anni fa di ricostruire dopo mesi di appostamenti, pedinamenti, intercettazioni telefoniche e sequestri un vasto giro di spaccio di cocaina ed eroina che riforniva il mercato di Nocera e Pagani.

Gli indagati operavano per quanto riguarda l’area di Nocera Inferiore soprattutto nella zona del “Vescovado” e di via Napoli. Tuttavia, tutti erano monitorati dalla Polizia attraverso riprese video, che registravano le consegne a domicilio della droga In totale, le investigazioni degli uomini del commissariato di Nocera Inferiore hanno documentato ben 34 episodi di acquisto detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti di tipo cocaina ed eroina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento