"Molestie" su un minore di Nocera, i carabinieri cercano chi ha aggredito lo straniero

L'uomo, di 25 anni, sarebbe stato aggredito e picchiato da più persone. Nessun riscontro, al momento, sull'ipotesi che il bimbo sia stato violentato o abusato sessualmente

"Ho visto questo ragazzo che si voleva nascondere. Era stato già picchiato, il volto era pieno di sangue. Voleva trovare rifugio per non essere preso, inseguito da una massa di ragazzi e dalla famiglia. I carabinieri lo hanno messo in macchina, perchè volevano ammazzarlo. Erano le 18.30". E' quanto ha dichiarato una donna alla tv locale "Telenuova", in merito al presunto caso di violenza sessuale, di cui sarebbe stato vittima un bambino di 8 anni, a Nocera Superiore, domenica pomeriggio

L'indagine

Sul caso, al momento, indagano i carabinieri della stazione di Nocera Superiore, ma sulla violenza non sarebbero emerse prove o elementi che riconducano ad un abuso specifico di tipo sessuale, subito dal minore. E' invece certo che gli inquirenti cercano le persone che avrebbero aggredito un ragazzo di 25 anni, straniero, accusato di aver molestato il piccolo. Almeno secondo quanto riferito dalla famiglia, che aveva portato il figlio in ospedale, a Nocera Inferiore, per dei controlli al reparto di Pediatria. L'accertamento ospedaliero non avrebbe però fornito riscontri su violenze o altro. I carabinieri procederanno certamente con la comunicazione della notizia di reato, da inoltrare poi alla procura, allo scopo di fornire elementi per estendere l'indagine a potenziali indagati. Il ragazzo finito nella "gogna social", oltre che in quello della violenza fisica, soffrirebbe di disturbi mentali. Domenica sera, è stato sentito per più ore dai carabinieri, in caserma. Il caso non è chiuso, perchè andranno chiariti diversi aspetti. In primis cosa è accaduto tra quel giovane e il piccolo. E cosa lo stesso bambino avrebbe detto alla madre, tanto da spingere poi la famiglia a parlare di violenza ai medici dell'ospedale. Ma soprattutto, i militari lavorano per identificare chi ha deciso di consumare vendette personali nei riguardi del 25enne.

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Mare sporco a Salerno: denunce e proteste dei cittadini

  • Sette cartomanti in poche centinaia di metri: nuova "invasione" sul lungomare

I più letti della settimana

  • Lutto a Salerno, morto il medico-pediatra Luca Budetta

  • Colto da malore appena arriva in azienda: morto 49enne ad Atena Lucana

  • Incidente a Giovi: è morta Eleonora, l'amica della famiglia Scannapieco

  • Idrante usato per allontanare dei giovani: scoppia il caso a "Baccanalia"

  • Incidente a Giovi: ecco le condizioni di salute dei quattro feriti

Torna su
SalernoToday è in caricamento