Norme contrattuali 2018, la Uil Fpl scrive ai vertici dell’Asl Salerno

I segretari Donato Salvato e Biagio Tomasco: “Subito una serie di incontri per pianificare il futuro delle maestranze”

Applicare le norme contrattuali per i lavoratori dell’Asl nel 2018. A chiederlo ai vertici dell’Asl di Salerno sono il segretario generale della Uil Fpl Salerno Donato Salvato e il sindacalista Biagio Tomasco: “La cosa è stata più volte sollecitata dalla Uil Fpl Salerno e sulla redistribuzione della quota di produttività anche al personale a tempo indeterminato riteniamo che questo incentivo non possa e non debba disperdersi , ma anzi vada compulsato al meglio onde addivenire alla risoluzione di atavici problemi che attanagliano questa azienda, così come in passato hanno attanagliato le altre che si sono susseguite”.

La richiesta

Il sindacato ha chiesto una serie di incontri per discutere delle nuove modalità di costituzione dei fondi aziendali, l’assegnazione di una nuova fascia economica a tutto il personale avente diritto, la rimodulazione dell’attuale regolamento aziendale sulla mobilità interna, la modifica dell’attuale regolamento sulla pronta disponibilità, l’avvio di un tavolo paritetico sulle dotazioni organiche di ogni centro di costo aziendale e la costituzione di un tavolo paritetico che metta al centro le emergenze estiva ed invernale, l’applicazione del regolamento sull’orario di lavoro, le risultanze della mobilità orizzontale interna all’azienda, le progressioni verticali e gli incarichi di funzione, definitiva applicazione dell’accordo sottoscritto tra le parti il 28 dicembre 2016 con particolare riguardo alla posizione dei profili ad esaurimento e il completamento delle assunzioni. “Sembrerebbe - dichiarano - un programma imponente e di non facile attuazione, ce ne rendiamo conto, ma questo altro non è che lo specchio attuale delle aspettative del personale dell’Asl Salerno che tra mille difficoltà continua in maniera indefessa a garantire l’erogazione dei servizi a tutta la popolazione salernitana, e per la qual cosa si chiede la calendarizzazione, punto per punto, di quanto enunciato, ravvisando tutte le possibilità di riuscita in uno alla parte datoriale, e ricordando che ai sensi del nuovo contratto di categoria, questi incontri sono obbligatori una volta costituite le relative delegazioni trattanti” concludono Salvato e Tomasco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, nuovo caso positivo a Battipaglia: l'appello della sindaca

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

Torna su
SalernoToday è in caricamento